Marc Marquez: “Rapporto con Rossi? Tutto si è calmato”

Marc Marquez (©Getty Images)

Tra il GP dell’Argentina e il GP di Austin Marc Marquez passa per il Brasile in occasione di un evento con lo sponsor Estrella Galicia 0,0. Risponde alle domande dei fan attraverso ‘Facebook Live’ e non può sottrarsi agli interrogativi sul rapporto con Valentino Rossi. Come dire… al popolo piace il sangue e non la tecnica.

L’inizio di stagione del campione del mondo non è stato per nulla entusiasmante. Ma la prossima tappa in Texas dovrà obbligatoriamente essere la gara del riscatto o quantomeno del primo podio. “L’anno scorso sono venuto in Brasile dopo il GP di Argentina, dopo una vittoria – ha ricordato il pilota della Repsol Honda -. Questa volta non è andata come ci aspettavamo, ma abbiamo lo stesso entusiasmo come l’anno scorso”.

Fino a pochi mesi fa era il numero 1, irraggiungibile, impeccabile. Cosa è cambiato dal 2016 ad oggi? “La più grande differenza è nel motore e stiamo cercando di bilanciare il tutto. Il telaio è lo stesso. La configurazione del motore è completamente diversa e stiamo cercando di adattarci con l’elettronica”. Nessun problema di alette aerodinamiche per la RC213V, manca solo colmare il gap dalle frecce Yamaha, “ma nonostante lo svantaggio ho sempre le stesse probabilità di diventare campione”. Peccato che secondo la stampa spagnola e le statistiche Maverick Vinales sia già campione all’83%

Il rapporto con Valentino Rossi

Impossibile evitare di essere incalzato su Valentino Rossi. I fatti di Sepang sono ormai parte della storia del Motomondiale. “Le battaglie sono sempre speciali, è molto buono essere nella mischia, si impara sempre qualcosa. Il nostro rapporto è professionale, tutto si è calmato, ci salutiamo l’un l’altro senza problemi”. Ma non potrà mai esserci vera amicizia… “Gli amici sono quelli del paese. Non possiamo dimenticare che siamo tutti i compagni, ma siamo tutti i rivali e vogliamo essere in testa”. Infine ammette: “Valentino è un’icona e un punto di riferimento nel motociclismo e ci sono cose che ho notato, perché si può imparare un sacco”.

Marc Marquez ha trovato il tempo anche per analizzare la difficile situazione di Jorge Lorenzo ed esprimere la sua opinione su Casey Stoner. All’ex pilota Yamaha serve solo tempo per prendere confidenza con la GP17? “Sta costando un sacco a Lorenzo il passaggio alla Ducati. Ma sono sicuro che a poco a poco sta per rialzarsi… Stoner e’ stato un pilota di grande talento. Non è il migliore compagno di squadra che si possa avere perché va molto veloce. Ma vorrei o avrei voluto correre con lui, perché il suo stile di guida è simile al mio”.