Cal Crutchlow: “Honda ha problemi, compensiamo noi piloti”

Cal Crutchlow (©Getty Images)

La stagione di Cal Crutchlow era cominciata subito con uno zero. Durante il Gran Premio del Qatar, infatti, il pilota britannico era stato vittima di una brutta caduta. Crutchlow dopo lo splendido 2016, coronato da 2 vittorie in Repubblica Ceca e Australia è arrivato a questo 2017 tra i possibili outsider dell’anno. Nella seconda tappa del mondiale però il pilota del Team LCR di Lucio Cecchinello ha rimesso a posto i pezzi riuscendo a giungere terzo, quindi sul podio, alle spalle dell’imbattibile duo Yamaha Rossi e Vinales.

Cal Crutchlow nell’ultimo Gran Premio è stato il miglior pilota Honda, pur avendo una moto clienti. Da tempo molti addetti ai lavori sponsorizzano una sua promozione nel Team HRC, magari al posto di Dani Pedrosa, che da troppo tempo delude le aspettative riposte in lui ogni anno.

La Honda ha svariati problemi

Come riportato da “Speedweek” Cal Crutchlow ha analizzato la sua ultima gara: “Il venerdì ci siamo concentrati molto sul passo gara. Ho disputato la prima sessione con un solo set di gomme e ho fatto il miglior tempo all’ultimo giro. Con le nuove gomme che avevamo era previsto un grande passo in avanti, ma era tutto abbastanza difficile. Abbiamo avuto, come sempre, molti problemi con Honda con il bloccaggio all’anteriore, tanto movimento e inoltre nei rettilinei non avevamo abbastanza potenza”.

Cal Crutchlow si è lamentato soprattutto dei tanti cambi di regolamento: “Lo dico sempre, siamo noi piloti a compensare. Honda ha ancora dei problemi. Non è facile con tre diversi motori in tre anni. Abbiamo dovuto combattere in tutte e 14 curve. Dobbiamo fare un lavoro duro, i piloti cercano di compensare alcune mancanze. Al momento non possiamo cambiare molto. Ho guidato molto bene e avevo un buon passo con la moto”.

Insomma sembra proprio che non è proprio tutta colpa di Marc Marquez se sinora non sono arrivati grandissimi risultati, ma anche la Honda quest’anno sembra non essere all’altezza della situazione.

Antonio Russo