Kimi Raikkonen al capolinea: un big nel mirino Ferrari

Kimi Raikkonen
Kimi Raikkonen (©Getty Images)

Parlare di mercato piloti di Formula 1 è ancora prematuro dopo appena due Gran Premi. Ma dietro le quinte della Scuderia Ferrari si lavora in gran segreto per progettare la line-up del 2018. Da tempo i tifosi del Cavallino attendono un nome nuovo che possa sostituire Kimi Raikkonen, riconfermato per la quarta stagione dal suo ritorno, contro il parere della maggioranza dei ferraristi.

Ma i contratti degli altri driver erano super blindati e le alternative poco appetibili. Meglio puntare su un veterano che conosce la monoposto e l’ambiente Ferrari come pochi altri. Ma giunto alla soglia dei 38 anni il finlandese sembra essere al suo ultimo anno di contratto. Del resto le parole del presidente Sergio Marchionne dopo il GP della Cina sono lapidarie. “Oggi forse è mancato Raikkonen? Sì. Ne ho parlato con Maurizio (Arrivabene, ndr), forse è ora che si siedano e facciano una discussione… Mi pare avesse altri impegni, era impegnato a fare qualcos’altro, non ho capito”.

A Shanghai la gara di Sebastian Vettel è stata rovinata da “fattori interni”. Prima l’incidente di Antonio Giovinazzi, con conseguente ingresso della safety car. Poi l’ottusità di Kimi Raikkonen a non voler far passare il tedesco nonostante avesse più grinta e un ritmo migliore. Sarebbe stato meglio un esplicito ordine via radio, che non si esclude nelle prossime gare. In Cina il pilota nordico della Ferrari si è spesso lamentato della SF70H, tanto da spingere Arrivabene a sbottare: “Parlava troppo…”.

Da anni si parla dell’imminente addio di Iceman, per troppi anni il suo contratto è stato rinnovato a gran sorpresa. Ma adesso l’avventura 2.0 di Kimi sembra essere al capolinea. Una Ferrari così può far gola a tanti big e in cima alla lista degli invitati ci sarebbe Daniel Ricciardo, che ha lanciato più volte messaggi subliminali al team di Maranello. Il 27enne australiano ha genitori italiani, un contratto con Red Bull in scadenza nel 2018, la possibilità di ricongiungersi al suo vecchio compagno di squadra Vettel. Qualora sfumasse l’accordo si potrebbe puntare su un giovane del calibro di Grosjean e Sainz. Per ora Antonio Giovinazzi necessita di esperienza.

Luigi Ciamburro