Antonio Giovinazzi: “Spero in un’altra opportunità”

Antonio Giovinazzi, Sauber (©Getty Images)

Come passare dalle stelle alle stalle nel giro di pochi giorni. Questo quanto vissuto da Antonio Giovinazzi. Celebrato in Australia per il 12° posto conquistato al debutto assoluto in F1 nelle vesti di sostituto di Pascal Wehrlein sulla Sauber. E criticato subito dopo, per il doppio grave errore commesso in Cina, quando è andato a sbattere sia in qualifica, sia in corsa, producendo non pochi danni economici alla piccola e precaria scuderia di Hinwil.

“Non è stato il mio weekend”. Ha confidato a Motorsport.com il pilota di Martina Franca. “Ho sbagliato sabato e poi in gara ho scelto di montare le gomme da bagnato troppo presto”.

“Non appena arrivato sul rettilineo principale sono stato colto di sorpresa dall’aquaplaning e ho perso il controllo della C36 “. Il suo racconto. “Mi dispiace davvero per i ragazzi del team. Avevano fatto un lavoro davvero fantastico per rimettere in ordine la macchina per domenica”.

“Ciò che conta ora è cancellare dalla mente questo fine settimana e continuare a testa bassa per tornare più forte di prima”. Ha quindi aggiunto presupponendo una nuova chance nonostante il probabile rientro del titolare del sedile.

Poi sulla decisione di mettere le slick al momento dell’incidente di Lance Stroll il 23enne vicecampione della GP2 ha spiegato: “Cominciare con le soft sarebbe stato troppo rischioso, per cui sono partito con le intermedie. In seguito all’uscita della Virtual Safety Car ho visto che la pista di stava asciugando e allora ho cambiato coperture. Forse con un po’ di anticipo. Ma in quel momento erano al pit pure Vettel e altri piloti davanti, per cui mi sono convinto”.

“In Australia il finale era stato più dolce, quindi mi auguro di avere una nuova opportunità per mostrare le mie doti come all’Albert Park”. Ha chiuso Antonio Giovinazzi.

Chiara Rainis