MotoGP Argentina, Valentino Rossi: “Sull’asciutto non sono veloce”

Valentino Rossi a Rio Hondo
Valentino Rossi (©Getty Images)

Nell’arco di 24 ore Valentino Rossi è passato dal 16° al 7° posto, conquistando l’inizio della terza fila in griglia di partenza. Il circuito di Rio Hondo ha dimostrato che quando il gioco si fa duro il Dottore è sempre pronto a giocarsela. Non è un risultato soddisfacente, ma con una buona partenza il podio sarà alla portata di mano.

Questo settimo piazzamento non è niente di eccezionale, perché sul bagnato non ero in grado di andare veloce come l’anno scorso. Dobbiamo ancora lavorare – ammette il campione di Tavullia -, ma in ogni caso questa terza fila non è così male e ora dobbiamo aspettare per vedere quali sono le condizioni di domani. Speriamo sia asciutto o completamente bagnato”.

Le situazioni intermedie hanno sempre svantaggiato Valentino Rossi, tanto da decretare l’abolizione delle gomme intermedie Michelin. Sul circuito di Rio Hondo insegue una vittoria che manca dal GP di Catalunya 2016. Sarebbe la giusta ciliegina sulla torta per il suo 350° Gran Premio. Davanti a sè ritroverà ancora una volta i due scogli spagnoli: Marquez e Vinales.

Rossi e l’enigma meteo

“Guardando le mie prestazioni nelle sessioni di prove libere, il settimo posto in griglia è un buon risultato”, ammette il Dottore. “E’ stata una prestazione rischiosa in Q1, perché c’erano molti piloti veloci, ma solo due posti per la salita in Q2. Ma ho buttato giù alcuni buoni giri alla fine e sono entrato in Q2. Ora sono in terza fila, non è un grande risultato, ma dopo il 17° posto nella FP3 non mi posso lamentare”.

Forse una gara sul bagnato potrebbe accorciare il gap dalla zona di vertice. Non ha trovato ancora il feeling con la nuova YZR-M1 e bisognerà correre ai ripari. “In condizioni di asciutto non sono particolarmente veloce – confessa Valentino Rossi -. Se preferisco una gara bagnata? Al mattino ho guidato 20 minuti in condizioni di asciutto, la mia sensazione era leggermente migliore rispetto al venerdì. Penso di essere allo stesso livello in condizioni di asciutto e sul bagnato”.