Giallo gomme, Guido Meda: “Rossi in difficoltà fa gola”

Gomma anteriore Valentino Rossi (©Getty Images)

Incredibile quanto sta accadendo durante il Gran Premio d’Argentina. Dopo le famose alette, l’argomento più gettonato in questo ultimo weekend sembra essere quello delle gomme. Valentino Rossi, infatti, si era enormemente lamentato di una gomma eccessivamente morbida all’anteriore. La critica era stata mossa da diversi piloti, seconda la stessa Michelin, si erano fatti avanti per esprimere il loro dissenso svariati driver come Iannone, Marquez e Crutchlow.

Purtroppo però il chiarimento non era servito a salvare Valentino Rossi dalla solita ondata di polemiche. Sta di fatto però che i piloti che, a dir loro, hanno provato questa nuova mescola in realtà si sono lamentati e hanno chiesto un ritorno alla vecchia gomma. Come sostenuto dal giornalista Sky, Guido Meda però la Michelin ha fatto sapere che i nuovi pneumatici non sono mai arrivati in Argentina, che dovevano arrivare oggi, ma che poi la mescola è stata bocciata.

Valentino Rossi e l’anteriore della discordia

Ora quindi la domanda nasce spontanea, perché ieri Lorenzo e Iannone parlavano di aver provato una nuova gomma che a quanto pare a sentire i francesi in Argentina non è mai arrivata? Guido Meda afferma: “Si dice anche che in Safety Commission qualche pilota (circolano i nomi di Marquez e dei fratelli Espargaro) avrebbero bocciato la gomma nuova perché avrebbe potuto aiutare Rossi e Iannone. Quindi Marquez prima la chiede e poi la boccia? Un Rossi in difficoltà evidentemente fa gola e alcuni avversari sperano che ci resti, mentre altri non si espongono e lasciano che sia lui a esporsi alle critiche”.

Insomma il caso sembra già bello montato. Rossi viene criticato per avere espresso un parere sulle gomme (così come hanno fatto anche tanti altri piloti). Alcuni suoi avversari dicono di avere provato ieri una gomma che Michelin afferma sia arrivata solo oggi e per giunta questa nuova mescola è stata accantonata a quanto pare per il parere di un numero imprecisato di anonimi piloti che secondo alcuni sarebbero proprio gli avversari di Rossi. Insomma, per essere solo alla seconda gara i misteri sono davvero tanti, forse troppi.

Antonio Russo