Fernando Alonso: “Ho fatto un altro miracolo”

Fernando Alonso (©Getty Images)

Tredicesimo al termine delle qualifiche valide per lo schieramento del GP di Cina Fernando Alonso è apparso quasi rassegnato ma ugualmente orgoglioso di un risultato al di sopra delle aspettative. Soprattutto se si considera che l’altro pilota McLaren Stoffel Vandoorne scatterà dalla sedicesima piazza.

“Non aver potuto disputare a dovere le prove libere di venerdì ha complicato le cose, ma come successo già in Australia al momento utile ho compiuto uno dei giri migliori della mia carriera. Oggi mi sento davvero di poter toccare l’apice in termini di prestazione. E questo è stato il mio secondo miracolo in due gare”. Ha dichiarato con un pizzico di presunzione da campione ai microfoni di Movistar Tv.

“In effetti le previsioni erano più pessimiste.  Sia per quanto successo ieri, sia per il feedback dato dalle novità testate stamattina, quando abbiamo chiuso io 17° e il mio compagno 19°”. Ha proseguito nella pungente analisi il driver di Oviedo. “Ero quindi convinto di potermela giocare soltanto con le Sauber per l’ultima fila. Ed invece è arrivato un piazzamento che sa di regalo divino”.

Poi a proposito del team radio nel corso del Q2 in cui lamentava un probabile problema alla batteria della power unit, il due volte iridato ha confessato: “Nella seconda fase abbiamo avuto un po’ di stress. Il motore non funzionava bene. Speriamo si riesca a caprine in motivo per domani. Comunque sono contento di aver avuto la possibilità di spremere al massimo l’auto. In corsa cercherò di approfittare di ogni chance per raccogliere qualche punto”.

Infine sul tema meteo Fernando Alonso non ha nascosto il desiderio di un po’ di pioggia. “Partendo 13° su asciutto finirei 16°. Diversamente con il bagnato potrei prendermi qualche rischio in più. Allora due potrebbero essere gli esiti: o si entra in top ten, o si finisce nella sabbia. Alla fine non ho nulla da perdere”.  La lucida conclusione dell’iberico.

Chiara Rainis