Andrea Iannone
Andrea Iannone (©Getty Images)

Andrea Iannone dopo FP1 e FP2 del Gran Premio d’Argentina ha il 10° tempo. Un piazzamento che al momento gli consentirebbe di accedere direttamente alla Q2 delle Qualifiche. Ma c’è ancora una FP3 da disputare a Termas de Rio Hondo.

Il pilota di Vasto non è ancora al 100% sulla Suzuki. Ci sono dei passi avanti, ma il potenziale del rider e della moto non sta ancora venendo fuori completamente. Sicuramente il team Ecstar dovrà lavorare parecchio domani per poter stare davanti in gara. In Qatar l’abruzzese riuscì a lottare nelle prime posizioni, finendo poi per cadere, e vorrebbe ripetersi anche in Argentina. Senza scivolate ovviamente. Il rischio di domani è legato alle condizioni climatiche, visto che potrebbe piovere e ciò rovinerebbe i piani di tutti.

MotoGP Argentina: parla Andrea Iannone

Andrea Iannone al termine del secondo turno di Prove Libere del Gran Premio d’Argentina 2017 MotoGP si è così espresso ai microfoni di Sky Sport: “Sono molto contento, stamattina abbiamo lavorato molto bene e siamo stati veloci, sempre vicini ai migliori. Non abbiamo messo la gomma nuova alla fine. Nel pomeriggio non abbiamo sfruttato al 100% il nostro potenziale. Abbiamo fatto delle modifiche per capire come migliorare alcuni aspetti, ma non abbiamo capito molto. L’unica cosa certa è che con la gomma morbida invece di andare più forte vai più piano”.

Il pilota Suzuki ha spiegato gli ambiti nei quali il team dovrà intervenire per fare dei passi avanti e rendere la moto maggiormente competitiva: “Abbiamo delle idee chiare per migliorare. Un po’ in accelerazione, dove facciamo un po’ fatica e dobbiamo limitare lo spinning della ruota posteriore. E anche in frenata quando cambio direzione, perdo un po’ di fiducia. Abbiamo delle idee e sono ottimista”.

Infine Iannone ha parlato della nuova gomma anteriore morbida portata dalla Michelin, con una carcassa un po’ più dura di quella vista in Qatar: “Chiesta da Valentino Rossi? No, anche da me e un po’ da tutti. Se è stata portata è perché un po’ tutti si sono lamentati. Comunque è troppo morbida per questa pista, sarà una prova rimandata”.

 

Matteo Bellan (segui @TeoBellan su Twitter)