Michelin-Valentino: la verità sul nuovo anteriore morbido

0
46
La YZR-M1 di Valentino Rossi (Getty Images)

Nicolas Goubert, responsabile Michelin MotoGP, parla del nuovo anteriore che sarà portato in pista a Termas de Rio Hondo. Nelle settimane precedenti Valentino Rossi e altri piloti si sono lamentati per la carcassa troppo morbida. Adesso il Dottore potrebbe guadagnare qualche ulteriore decimo sul giro.

Si tratta di un pneumatico già testato durante l’inverno, propedeutico a quello visto in Qatar. Ma le critiche avanzate da una manciata di piloti hanno spinto l’azienda francese a rimetterlo in giro. “In Qatar c’è stata qualche critica sul comportamento delle gomme – ha detto Goubert a Paddock-GP.com -. Non solo di Valentino Rossi, ma almeno altri cinque o sei piloti, dicendo che c’era troppo movimento sul pneumatico. Ciò che non sappiamo è se ciò sia dovuto alle condizioni che abbiamo avuto in Qatar o meno”.

Il nuovo anteriore morbido Michelin ha il profilo 2017, presenterà una semplice variazione “architettonica”, quindi una carcassa più rigida. Il risultato positivo non è garantito, dipenderà molto anche dalle condizioni del circuito argentino. Una possibilità in più per Valentino Rossi. Ma guai a pensare che il fornitore unico si sia piegato alle critiche del pilota Yamaha. Nicolas Goubert è chiaro: “Niente affatto, perché, lo ripeto, ci sono un numero significativo di piloti che hanno avanzato critiche”.

Ma la maggior parte dei piloti non ha dimostrato nessuna contestazione alle gomme Michelin 2017. “Certo, meglio così – ha concluso il responsabile Michelin -. Ma dobbiamo anche ascoltare questi driver, tanto più che si tratta di quelli che potremmo chiamare i piloti anteriori”. Nelle prove libere del GP dell’Argentina la situazione sarà più chiara per tutti.