GP Shanghai, Antonio Giovinazzi: “Voglio una gara impeccabile”

Antonio Giovinazzi
Antonio Giovinazzi (©Getty Images)

Il sogno di Antonio Giovinazzi continua sul circuito di Shanghai. Il terzo pilota Ferrari sarà ancora una volta al volante della Sauber per sostituire Pascal Wehrlein. Stavolta potrà mettere a segno un intero week-end sulla monoposto di F1, a cominciare dalle prime prove libere. Sarà l’occasione giusta per misurare il suo vero valore.

Non si conosce ancora il futuro do Antonio Giovinazzi in vista del prossimo GP del Bahrain. Meglio pensare una gara per volta e giocarsi al meglio questa chance. In questo momento sa di recitare un ruolo primario per milioni di tifosi italiani. “Melbourne è stato per me un sogno che è diventato realtà – ha detto in conferenza stampa a Shanghai -. Avevo sognato fin da bambino di guidare una gara di Formula 1. Qui in Cina, tutto è più facile perché mi siedo in macchina dalle prime prove libere. Ma tutto è diverso qui. Voglio solo fare una gara impeccabile e finire la gara nella migliore posizione possibile”.

Inutile nascondere che un’ottima prestazione potrebbe cambiare il suo futuro da pilota. Inevitabilmente ci sarà anche una certa tensione da gestire, ma l’obiettivo è accumulare esperienza. “Mi aspettavo meno problemi in Australia, ero stanco alla fine della gara. Nel frattempo, mi sono allenato duramente – ha proseguito Antonio Giovinazzi -. Sono curioso di vedere come le lunghe curve qui influiscono sul collo. Certo che non mi dispiacerebbe un altro punto”.

Serve fare un buon Gran Premio prima di studiare il suo futuro. Ritornerà ad essere il pilota di riserva della Scuderia Ferrari. Ma non si esclude l’ipotesi di un impiego a tempo pieno al volante della Sauber… “La settimana prossima tornerò ad indossare di nuovo il rosso. Non è ancora chiaro se dovrò guidare per la Sauber anche in Bahrain”. Il sogno “proibito” è avere un posto fisso in Formula 1 nel 2018.