MotoGP, Michelin sicura sulle gomme in Argentina

Gomme Michelin MotoGP
Gomme Michelin MotoGP (©Getty Images)

In vista del Gran Premio d’Argentina a Termas de Rio Hondo, sono gli pneumatici una delle incognite maggiori. Nel 2016, infatti, a causa dell’eccessiva usura la gara MotoGP fu spezzata in due. I piloti furono costretti al cambio moto/gomme obbligatorio.

Uno scenario che nel paddock sperano di non ripetere anche in questo weekend. La Michelin, diventata nel 2016 fornitrice unica delle coperture MotoGP, non intende farsi sorprendere. E sicuramente con un anno in più di esperienza alle spalle non dovrebbero esserci colpi di scena. Ovviamente sarà nelle prove libere che rider e team potranno capire la situazione e fornire indicazioni. Serve attendere venerdì.

Intanto Pietro Taramasso, manager del settore due ruote, a Sky Sport ha confermato che Michelin è tranquilla: “Ci siamo concentrati molto su questa gara e abbiamo imparato tanto dall’ultima edizione che ha cambiato i nostri piani 2016. L’obiettivo è di migliorare nei circuiti dove abbiamo faticato e Termas è uno di quelli. La pista non viene molto utilizzata e pensiamo di trovarla abbastanza sporca, la prima sessione servirà più che altro per pulirla ma poi ci aspettiamo miglioramenti per tutti il weekend, condizioni meteo permettendo. L’asfalto è molto abrasivo e ci sono alcune curve molto lunghe e veloci, a questo si aggiungono frenate impegnative, caratteristiche che sollecitano molto le gomme anteriori e posteriori”.

Quella di Termas de Rio Hondo è una delle piste più veloci del calendario del Motomondiale. Ma anche una di quelle che stressa di più gli pneumatici. Tra asfalto abrasivo, curve rapide e velocità elevate c’è il giusto mix che rovina le gomme. Inoltre c’è sempre l’incognita meteo con cui dover fare i conti. Bisogna prepararsi a tutto per questo weekend. Michelin, però, sa di non poter sbagliare. Le coperture devono essere perfette in ogni condizione. E’ importante essere affidabili e garantire lo spettacolo delle corse.