Andrea Dovizioso: “Stavo per passare alla Honda”

Andrea Dovizioso (©Getty Images)

Andrea Dovizioso è stata la vera grande sorpresa del Gran Premio del Qatar. Partito in sordina, con una Ducati che non sembrava neanche lontanamente all’altezza dei top team, grazie anche ad una scelta indovinata per le gomme si è ritrovato a lottare con i primi, dando del filo da torcere a Maverick Vinales sino all’ultima curva. Il pilota italiano arriva da una stagione positiva, che lo ha visto trionfare nel Gran Premio di Sepang dopo un’astinenza che durava dal Gran Premio della Gran Bretagna del 2009.

Andrea Dovizioso, nei test pre-stagionali aveva dimostrato di andare davvero forte con la Ducati, ma solo in particolari condizioni. L’italiano, infatti, proprio nelle ultime prove in Qatar era apparso maggiormente in palla, a differenza dei test precedenti che lo avevano visto sempre non protagonista.

L’ex Honda è in un’annata particolare. In questa stagione, infatti, si è ritrovato un compagno ingombrante come Jorge Lorenzo. Mentre però tutti lo davano per spacciato Dovizioso ha sin da subito dimostrato di non avere timore del blasone dello spagnolo combattendolo ad armi pari. Già nel primo Gran Premio, infatti, ha dato uno schiaffo a chi lo voleva relegato a ruolo da comprimario con il secondo posto finale.

Dovizioso è carico in vista dell’Argentina

Andrea Dovizioso parlando dell Gran Premio d’Argentina che lo attende ha così dichiarato: “Questa pista è davvero particolare, qui le condizioni cambiano molto tra venerdì, quando la pista è molto sporca, e domenica, dove di solito troviamo sempre le condizioni migliori. La pista migliora sessione dopo sessione, credo che in gara miglioreremo. Di solito la domenica in Argentina andiamo forte. In ogni caso su questa pista siamo sempre andati forte”.

Il pilota Ducati ancora continua: “Affronteremo questo weekend in Argentina piuttosto eccitati dopo l’ottimo risultato conseguito in Qatar e dopo la prova di mercoledì a Jerez, che si è rivelata molto positiva e ci ha permesso di avere un buon risultato”.

Come riportato da “Sky”, Andrea Dovizioso ha anche parlato del passato: “Sono stato molto vicino alla Honda. Certo non sono più il pilota di 21 anni, ma si ricordavano quello che ho fatto e sanno cosa posso dare. Stavo proprio per passare ai giapponesi. Sono stato sorpreso dalla differenza nei test tra Rossi e Vinales. La Yamaha è la migliore moto in questo momento e lo dimostrano le prestazioni di Folger e Zarco”.

Antonio Russo