Yamaha, Meregalli: “In Argentina possiamo essere forti”

Maio Meregalli
Maio Meregalli (©Getty Images)

Dopo il grande avvio di stagione in Qatar Maverick Vinales cercherà di imporre legge anche nel GP dell’Argentina. La partenza col piede giusto c’è stata, adesso c’è bisogno di allungare la scia vincente per tentare la scalata al titolo iridato. Yamaha è in buona forma, come dimostra il doppio podio di Losail, ma il tracciato di Rio Hondo può riservare sempre sorprese nell’usura dei pneumatici.

“Dopo la gara straordinaria in Qatar sono super felice di essere di nuovo sulla mia M1 questo fine settimana a Termas de Río Hondo. Ora abbiamo la difficile sfida di continuare a ottenere buoni risultati – ha dichiarato Maverick Vinales -. Il Qatar era solo la prima di 18 gare. Avverto un po’ di pressione perché il livello dei miei avversari è molto alto. Ma questo mi motiva ancora di più per continuare a lavorare duro. Dobbiamo essere cauti, lavorare passo dopo passo e gara dopo gara”.

Maio Meregalli suona la carica

Il circuito argentino può essere molto favorevole alle Yamaha, che approda a Rio Hondo con ottimismo. E la consapevolezza di avere una delle moto più in forma della MotoGP in questo momento. “E’ una pista dove possiamo essere forti – ha sottolineato Massimo Meregalli -. Anche se le condizioni della pista e il livello di grip possono essere un po’ impegnativi, come abbiamo visto lo scorso anno, la squadra ha ottenuto buoni risultati nelle ultime due gare”.

Sarà una gara da spettacolo anche per il calore del pubblico sugli spalti. “La passione radicata per le moto e le corse dei tifosi argentini è un fattore aggiunto che rende il Grand Prix argentino molto speciale. Quindi siamo ansiosi di ripagare il loro sostegno spingendo fino alla bandiera a scacchi”.