Livio Suppo: “Vinales sembra più forte di Lorenzo”

Livio Suppo (©Getty Images)

E’ difficile dire se Maverick Vinales stia effettivamente stupendo o meno. Sicuramente se pensiamo alla sua carriera in MotoGP prima dell’arrivo in Yamaha sì, perché per quanto sembrasse bravo non ci si aspettava potesse andare così forte immediatamente sulla M1. Pensando ai test invernali, invece, vederlo davanti non sorprende.

In Qatar lo spagnolo ha confermato quanto mostrato nel pre-campionato. Il nuovo compagno di Valentino Rossi è un contendente per il titolo MotoGP, ad oggi il favorito. Ovviamente è presto per esprimersi in maniera certa su un Mondiale che terminerà solo a novembre, però viene complicato immaginare che il 22enne di Figueres non lotterà fino alla fine per conquistare la corona iridata. Troppa è la competitività mostrata finora e dunque ce lo aspettiamo forte per tutto l’anno. Non necessariamente dominante, perché bisogna ricordare gli avversari. Su tutti Marc Marquez e Valentino Rossi. Ma occhio pure ai piloti Ducati come Andrea Dovizioso e Jorge Lorenzo, seppur il secondo sia in difficoltà.

MotoGP, Livio Suppo elogia Maverick Vinales

Valentino Rossi ha dichiarato che si aspettava un Maverick Vinales forte, ma non così. Si è spinto a dire che potrebbe essere persino più forte di Jorge Lorenzo. E sulla stessa linea si è espresso anche Livio Suppo, team manager Honda, nell’intervista a Motosprint: “Maverick è sorprendente, davvero. Mi stupisce soprattutto perché, sulla Yamaha, sembra più forte rispetto a quanto non lo fosse Lorenzo“.

Il dirigente del team ufficiale Repsol Honda spende parole di elogio per il rider Yamaha, con cui Marc Marquez dovrà sicuramente farei i conti nell’arco del campionato MotoGP 2017 per confermarsi campione: “Marc e Maverick si considerano, reciprocamente, il proprio rivale per il titolo; ma credo che sia ancora un po’ tutto da regolare, direi che bisogna aspettare un po’, e questo vale per tutti. Certi ragionamenti si devono fare calcolando 18 gare e Honda e Yamaha più o meno si equivalgono, sulla distanza, cioè nell’arco della stagione“.

Secondo Suppo è ancora presto per fare delle previsioni sulla lotta per il titolo. Anche se il protagonismo di alcuni piloti in questa battaglia lo diamo per scontato. Vinales e Marquez ci sono e ci saranno. Più dubbi sugli altri, però attenzione sempre alle sorprese. Nelle corse non bisognerebbe mai dare nulla per troppo scontato.