Ufficiale: Giovinazzi ancora sulla Sauber in Cina

Antonio Giovinazzi, Sauber (©Getty Images)

Pascal Wehrlein sarà costretto a saltare anche il GP di Cina. In soldoni i tifosi italiani potranno ancora godere dello spettacolo regalato da Antonio Giovinazzi.

Come ricorderete, già in azione in Australia dalle terze libere del sabato e dodicesimo al termine di un gran premio condotto con grande freddezza e maturità nonostante il debutto assoluto tra i grandi.

La conferma è stata data dalla Sauber questo lunedì.

Ancora una volta il problema del tedesco starebbe nella mancanza di allenamento e quindi di uno stato di forma non ideale per affrontare un intero weekend di gara, a causa delle settimane di riposo forzato seguite al rocambolesco incidente alla Rece of Champions dello scorso gennaio.

Anche se il 22enne continua a sostenere l’esistenza di meri problemi di fitness. Questa decisione qualche dubbio lo genera. In particolare alla luce di un’assenza che non solo ha riguardato la corsa inaugurale do Melbourne, bensì pure la prima quattro giorni di test invernali al Montmelo.

Insomma, il colpo alla schiena che come ovvio ha provocato dolori al vincitore del DTM 2015 potrebbe aver creato danni più gravi e per qualche motivo celati.

“Al momento ciò che è importante è potermi preparare in maniera intensiva. In modo da assicurare il prima possibile alla squadra un livello di performance pari al 100%”. La sua dichiarazione nella preview ufficiale all’appuntamento di Shanghai.

“A quel punto. Quando sarò al top. Potrò partecipare al mio primo GP del campionato”. Ha proseguito mettendo in forse la sua presenza a Manama. “La speranza è che la data utile possa essere il Bahrain (giusto una settimana dopo). Così non fosse, allora mi prenderò tutto il tempo necessario per la Russia. Quando dovrei essere pienamente pronto”.

Giovane di scuola Mercedes Pascal Wehrlein ha di recente incassato i complimenti del boss di Stoccarda Toto Wolff per la maturità dimostrata in questa occasione. Essendo stato lui stesso a consigliare il team di sostituirlo.