MotoGP Argentina: Honda all’esame di grip e gomme

Marc Marquez
Marc Marquez (©Getty Images)

Honda approda in Argentina per cercare la riscossa dopo il timido esordio in Qatar. Marc Marquez e Dani Pedrosa vogliono dare l’assalto al primo podio stagionale. Il circuito di Termas de Rio Hondo potrebbe essere il posto giusto per affondare il primo colpo del 2017. Qui il campione in carica ha ottenuto due podi nelle tre precedenti edizioni, costretto al ritiro nel 2015 dopo un contatto con Rossi.

Il tracciato argentino è molto diverso da quello di Losail. Gli uomini Repsol Honda dovranno fare i conti con condizioni di pista polverosa e priva di aderenza, almeno nel primo giorno di prove libere. Il meteo ancora una volta potrebbe giocare un ruolo da protagonista, in quanto le temperature a volte possono essere molto calde e mettere a dura prova i pneumatici.

“Il Qatar è stato un Gran Premio difficile, ma abbiamo migliorato molto durante il fine settimana, anche se non siamo riusciti a raggiungere il podio domenica. Ora vedremo se il lavoro che abbiamo fatto porterà frutti in Argentina. La pista mi piace, mi sono sentito sempre bene, anche se il livello di grip è sempre piuttosto basso – ha detto Marc Marquez -. Siamo consapevoli che la vita delle gomme è solitamente molto breve. Quindi dovremo lavorare per ridurre questo problema e anche per migliorare ulteriormente il setup generale della moto. Ci auguriamo di poter lottare per il podio davanti ai nostri tifosi argentini, che sono molto appassionati e di supporto”.

Dani Pedrosa ha iniziato il Motomondiale 2017 con un buon quinto posto. Ma in sella ad una Honda non ci si può accontentare e in Argentina bisogna alzare l’asticella. “Si comincerà con la stessa messa a punto con cui abbiamo finito in Qatar. Ovviamente adattando il cambio e la mappatura e vedremo venerdì dove siamo… Di solito l’asfalto è molto sporco e ostico per le gomme, ma tende a migliorare durante il fine settimana. Faremo del nostro meglio – ha concluso Pedrosa – per ottenere un buon risultato”.