MotoE, Dorna pensa ad un mondiale elettrico

Carmelo Ezpeleta CEO Dorna (©Getty Images)

Con i motori elettrici che prendono sempre più piede sulle vetture stradali cresce anche l’interesse da parte dei costruttori di dimostrare di essere i migliori in quel campo, magari vincendo qualche sana competizione. Nelle 4 ruote è già stato avanzato l’interesse da parte dei top team Ferrari e Mercedes di partecipare alla Formula E. Non è tutto però perché a quanto pare anche la Dorna vorrebbe avere un campionato di MotoE per la stagione 2019.

Per ora si parla di 5 tappe, tutte in Europa e 18 piloti equipaggiati con moto elettriche da più di 130 CV. La FIM già nel 2013 aveva provato ad organizzare un mondiale di MotoE, ma l’esperimento si era rivelato un vero e proprio flop, visto che c’erano davvero poche squadre interessate al progetto.

Il nome del campionato organizzato dalla FIM era ERoad Coppa FIM World Racing e doveva svilupparsi attraverso 8 tappe, 4 in nord-america e 4 in Europa. Alla fine però si sono corse solo 2 gare nord-americane, una delle quali sul circuito MotoGP di Laguna Seca, in cui ha trionfato Eric Bostrom. Mentre in Europa ha avuto la meglio il cinese Ho Chi Fung.

Dal 2018 i primi prototipi per la MotoE

La Dorna però ora sembra voler fare sul serio e grazie all’esperienza maturata in MotoGP vuole portare la MotoE ai medesimi livelli. L’idea, a differenza della Formula E dove si correre due volte a settimana con 2 vetture diverse, sarebbe quella di fare una sola gara. Per la fornitura non si conoscono ancora specifiche, quello che è certo è che già nel 2018 vedremo i primi prototipi guidati da grandi eroi del passato della MotoGP ogni weekend prima della gara della Moto3 per i primi giri d’onore.

L’inno di questa nuova MotoE è quella di avere emissioni zero e solide prestazioni. Le moto dovrebbero erogare 136 CV e 195 Nm di coppia massima. La velocità massima che toccheranno questi nuovi bolidi elettrici sarà di 240 km/h e riusciranno a passare da 0 a 100 in 3 secondi.

Antonio Russo