Pol Espargaro Bradley Smith
Pol Espargaro e Bradley Smith (©Getty Images)

La KTM è impegnata in tutte e tre le classi principali del Motomondiale: Moto3, Moto2 e MotoGP. La casa austriaca punta a vincere ovunque partecipi, anche se nella categoria maggiore servirà tempo. E’ infatti all’esordio lì e questo sarà un anno di transizione probabilmente.

Il lavoro in KTM è costante, ci sono tante risorse economiche e tecniche di assoluto valore. Dunque pensare che questo marchio possa primeggiare anche in MotoGP tra un po’ di anni è credibile, nonostante lo scenario attuale possa indurre a non essere così ottimisti. La concorrenza è fortissima e non molla un centimetro, recuperare il gap è impresa complicata. Però l’azienda di Mattighofen non si sarebbe mai messa in gioco senza la certezza di poter essere competitiva con le proprie moto.

KTM può ancora vincere col telaio in acciaio?

Il portale Speedweek mette in evidenza una particolarità dei mezzi KTM nel Motomondiale. Ovvero che sono tutti realizzati con telai in tubulare di acciaio. Una soluzione molto utilizzata in passato, ma che nel corso del tempo è stata da tanti abbandonata per passare a telai in alluminio. E qualcuno ha anche provato il telaio in carbonio.

In questi anni la KTM si è tolta delle soddisfazioni in Moto3, vincendo tre titoli piloti (Sandro Cortese, Maverick Viñales e Brad Binder) e quattro costruttori. Ha avuto un bilancio migliore rispetto alla Honda, che usa un telaio in alluminio. Quest’anno la casa austriaca si è ben presentata alla prima gara in Moto2, con il quarto posto di Miguel Oliveira in Qatar. Adesso bisognerà vedere se nel corso del campionato la moto sarà all’altezza della concorrenza. In particolare i telai Kalex in alluminio tradizionale sono risultati i migliori in queste stagioni, vincendo cinque titoli piloti e 71 GP dal 2010.

I problemi maggiori sono in MotoGP, dove al primo gran premio non sono arrivati punti per Pol Espargaro e Bradley Smith. Ma la casa austriaca è convinta che riuscirà a trionfare pure lì. Il CEO Stefan Pierer ha dichiarato: “Siamo il leader mondiale nel settore dei telai in acciaio, abbiamo un grande know-how. Sono convinto che il telaio in acciaio è l’approccio migliore per la MotoGP.” Nonostante l’ottimismo, non sarà semplice avere la meglio sulla concorrenza. E’ dal 2008 che le moto con telaio in alluminio vincono titoli nella classe regina. Servirà un grande lavoro per avere la meglio.