Apple, si lavora con Bosch per l’auto del futuro?

Apple Car photo by Motor1

Apple sembra aver abbandonato da tempo il progetto di creare una propria vettura. Secondo “Automotive News” in realtà l’idea non sarebbe stata definitivamente accantonata, bensì sarebbe stata demandata a Bosch. Da febbraio, infatti, sembra essere nata una certa sinergia tra i due colossi, che potrebbe portare a qualcosa di molto interessante. In realtà sinora non c’è stato alcun comunicato ufficiale da parte delle due società per spiegare a cosa dovrebbe portare questa partnership.

A quanto pare Apple starebbe lavorando per Bosch allo sviluppo di sensori e centraline elettroniche. L’azienda tedesca inoltre essendo leader nel settore della fornitura di elettronica per auto starebbe fornendo alla società del compianto Steve Jobs l’opportunità di crescere nel settore acquisendo quelle facoltà che in futuro potrebbero permettere ad Apple di mandare su strada una propria vettura.

La mela più famosa del mondo da par suo già ha messo le radici nel mondo dei motori grazie al suo innovativo sistema di infotainment, montato praticamente in ogni vettura di nuova generazione.

L’auto firmata Apple, tra falsi avvii e qualche speranza

I piani societari Apple in un primo momento erano quelli di entrare nel mercato entro il 2019, la scadenza però è stata poi allungata al 2021. Infine, verso la seconda metà del 2016 sono cominciati i primi tagli di fondi e personale per il progetto, finché la società di Cupertino non ha deciso di concentrarsi sulla tecnologia per auto piuttosto che costruirla lei stessa da zero.

Apple ha anche fatto sapere che la squadra sarebbe rimasta operativa sino alla fine del 2017 per dimostrare di avere qualcosa di nuovo nel campo della guida autonoma, vero obiettivo della società. I problemi sono stati tanti, tra i principali però sembra esserci una mancanza di leadership all’interno del progetto.

Con i motori elettrici che si fanno largo nell’industria dell’automobilismo, ci potrebbe essere sempre più spazio per la tecnologia e meno per la meccanica. Apple, quindi, in sinergia con Bosch, acquisite le giuste conoscenze potrebbe far ripartire il progetto e anticipare tutti sui tempi così come fu fatto all’epoca con iPhone nel campo della telefonia. Certo in questo caso il progetto è molto più arduo, ma da Cupertino ci hanno abituato a sognare.

Antonio Russo