Bugatti Atlantic, un’idea per l’erede della Chiron

Bugatti Atlantic photo by Arthur B. Nustas

La Bugatti Atlantic è un’idea, lanciata da Arthur B. Nustas per sostituire in futuro la Chiron. La vettura in questione ha un design avveniristico, ma strizza l’occhio ad un passato lontano della casa francese. Il designer infatti si è rifatto alla famosa Bugatti Type 57 Atlantic, per disegnare questo nuovo modello. Un’auto che ha fatto la storia della casa automobilistica transalpina.

La produzione comincia nel 1934 e termina nel 1939 dopo 718 esemplari prodotti, ma per la versione Atlantic il discorso è ben diverso. Di quella vettura, infatti, ne sono state fabbricate solo 4 (2 quelle ancora in circolazione) e la produzione è durata solo dal ’36 al ’38.

La Type 57 Atlantic è considerata una della primissime supercar, grazie ad un 8 cilindri, infatti, riusciva a raggiungere la velocità massima di 210 km/h. Numeri eccezionali per l’epoca, ma irrisori se paragonati a quelli della Bugatti Chiron. Sotto tale vettura, infatti, urla un W16 sovralimentato con 4 turbocompressori capace di erogare 1500 CV e 1600 Nm di coppia massima.

Bugatti Atlantic, un’idea da film

La Bugatti Chiron riesce a toccare una velocità massima di 380 km/h, elettronicamente limitata. Inserendo però una seconda chiave nell’apposito spazio sul tunnel centrale è possibile toccare anche i 420 km/h. Da simulazioni al computer però risulta che l’auto sarebbe tecnicamente in grado di sfiorare i 470 km/h. Grazie alla sua impressionante accelerazione la Chiron passa da 0 a 100 in 2,5 secondi.

La Bugatti Atlantic pensata da Arthur B. Nustas ha un passo decisamente lungo e il musetto anteriore decisamente muscolare con una griglia a forma di triangolo capovolto imponente. Sul cofano spiccano le due prese d’aria che all’occorrenza si aprono e si chiudono. Sul retrotreno non vi è la presenza di alettoni, mentre i gruppi ottici posteriori hanno uno sviluppo orizzontale e sono uniti tra loro da un’unica linea continua.

Gli interni, invece, sono all’insegna del lustro più sfrenato e ovunque vi è la presenza di pelle e acciaio. La Bugatti Atlantic nel complesso potrebbe tranquillamente essere utilizzata come nuova Batmobile vista la forma affusolata e le pinne anteriori.

Antonio Russo