Folle corsa, prete ubriaco al volante

Prete (©Getty Images)

Siamo nel periodo pasquale e le messe da svolgere sono tante, ma probabilmente un prete ha decisamente alzato un po’ troppo il gomito e per motivi extra-ecclesiastici. Siamo a Ferrara, dove un sacerdote di 43 anni è stato fermato dalla Polizia in evidente stato di ebbrezza, con un tasso di alcol pari a 2,55 nel sangue. L’uomo è stato immediatamente arrestato e oggi sarà processato per direttissima. Il prete nella sua folle fuga per sfuggire alle forze dell’ordine ha anche tentato di investire alcuni agenti colpendoli alle gambe.

Il fattaccio si è consumato all’1:10, una Volkswagen Lupo è stata vista sfrecciare per la città a folle velocità. Per quasi due ore il prete ha girovagato per la città ignorando semafori e segnali vari, con la Polizia che gli era alle calcagna in un inseguimento da action movie. La scriteriata corsa è terminata solo quando la Polizia è riuscita a sbarrargli la strada in Via Giuseppe Fabbri mettendo due vetture di traverso.

Un agente ferito e un’auto danneggiata

Purtroppo quando gli agenti sono scesi dalle macchine, il prete ha ritentato la fuga investendo un poliziotto e danneggiando una delle vetture della Polizia. Il sacerdote, di origini congolesi, presta servizio in una chiesa della città e quando infine è stato fermato non ha nemmeno tentato di giustificarsi.

Tra i tanti reati commessi nella sua folle notte, il più grave è la tentata fuga in cui uno degli agenti è rimasto ferito al ginocchio destro. Intanto i poliziotti hanno sequestrato la vettura dell’uomo e hanno confiscato la sua patente di guida. Al prete sono stati ascritti i reati di lesioni al poliziotto, resistenza, guida in stato di ebbrezza e danneggiamento aggravato. La cosa ha sconvolto il paese sia per la gravità del fatto che per la persona interessata del grave reato. Oggi si attende la sentenza.

Antonio Russo