Ross Brawn (©Getty Images)

Tutti hanno un proprio ambizioso progetto nella vita. E quello della rinnovata esistenza motoristica di Ross Brawn. Archiviato il periodo da stratega e capo squadra. Riguarda la ricerca, da qui a cinque anni, di peperini di talento come Max Verstappen da buttare nella mischia del Circus.

Perché sì. Dal suo ingresso in Toro Rosso nel 2015, l’olandese è riuscito a fare breccia nei cuori dei tifosi delle quattro ruote. Grazie ad uno stile impavido, aggressivo e con pochi timori reverenziali verso gli anziani del gruppo.

“Max è un elemento sicuramente eccitante per l’universo della F1”. Ha dichiarato il manager mancuniano al sito formula1.com. “La competizione con il compagno di squadra Daniel Ricciardo in Red Bull è affascinante. E il mio sogno. O meglio il piano che mi sono fissato. E’ quello di far entrare più piloti come lui nel campionato”.

“Da qui in avanti la Liberty Media dovrà impegnarsi a mettere in pratica un sistema per attrarre i migliori al mondo”. Ha proseguito il responsabile sportivo del nuovo ente proprietario della F1. “Ci tengo comunque a non essere frainteso. Il livello della griglia attuale è molto buono. Tuttavia se certe scuderie non fossero dipendenti da esigenze commerciali al momento della scelta della line-up. Di certo gli standard sarebbero più elevati”.

Button spettatore reclama un Circus in stile NASCAR

Intanto mentre in Australia cominciava il campionato 2017 della massima serie, il fresco pensionato Jenson Button. Ospite di Jimmy Johnson. Si aggirava per l’Auto Club Speedway. Circuito californiano che lo scorso weekend ha ospitato una manche della NASCAR.

“Ho portato qualche amico a fare un giro sulla pit lane. Qualcosa di totalmente nuovo per me”. Ha commentato sulla sua pagina Instagram.

“E’ stato fantastico vedere come i fan siano parte integrante dello show. Prima e dopo la gara”. Ha proseguito. “Sono sicuro che la Liberty Media saprà portare in F1 questa atmosfera unica. E ugualmente coinvolgere in tutto e per tutto il pubblico. Sebbene si consideri il Circus il top del motorsport. Non è detto che non si possano apportare miglioramenti”.

Chiara Rainis