Marc Marquez: “Sfida con Vinales? Quando meno te lo aspetti”

Marc Marquez
Marc Marquez (©Getty Images)

Marc Márquez ha presentato la sua collezione di abbigliamento MM93 per la Pull & Bear a Madrid. Il pilota ha contribuito a disegnare i vestiti, dando adito ad una passione che lo perseguita sin dall’infanzia. Ma l’evento di moda è stato un modo per poter parlare della stagione di MotoGP e della prima gara in Qatar.

Il fenomeno di Cerva ha chiuso quarto il GP di Losail, complice un’errata strategia gomme adottata all’ultimo minuto. Senza dimentica che il tracciato arabo è tradizionalmente poco favorevole alla Honda. “Penso che sia chiaro che non è la moto che vogliamo, in questo momento ci sono sempre cose da migliorare. Ma il Qatar è un circuito che mette in risalto tutte le nostre debolezze”.

In attesa che arrivino circuiti più favorevoli alla RC213V è consapevole che dovrà vedersela con Maverick Vinales per ambire al quarto titolo MotoGP. Una sfida che si preannuncia lunga e ricca di colpi di scena. “Verrà quando meno te lo aspetti. Ogni gara è diversa. In Qatar, abbiamo faticato in questo momento. Dobbiamo continuare a lavorare. Speriamo che Argentina e Austin possona essere buoni circuiti. Vediamo se siamo in grado di lottare per la vittoria contro Maverick, Valentino, Pedrosa e Ducati”.

In questo momento Vinales è l’avversario numero uno, ma non l’unico. “In secondo luogo, Dovizioso, terzo Valentino perché in campionato vanno bene. E non voglio dimenticare il mio compagno che ha fatto un’ottima gara”. In attesa che si risvegli anche Jorge Lorenzo. “Le condizioni erano molto estreme, insolite. E può influenzare il risultato. Sì mi aspettavo un Lorenzo più forte. E’ un grande pilota e lo dimostrerà”.

Ritornando alla gara di Losail e alla scelta della gomma anteriore più morbida Marc Marquez riversa su di sè ogni responsabilità. “Ho sbagliato, ma in fondo non incolpo nessuno perché la decisione finale spetta al pilota. Magari con la gomma più dura sarei potuto finire sul podio o cadere alla prima curva perchè il pneumatico è troppo freddo. Nella prima gara non è tutto rosso o tutto nero. Ci sono ancora 17 gare”.