Lewis Hamilton: “Sarebbe bello lottare di nuovo con Alonso”

Lewis Hamilton ( ©Getty Images)

Al di là di quanto raccontato dalla classifica, il migliore del GP d’Australia è stato Alonso. Questo il pensiero condiviso da molti addetti ai lavori e in particolare dal commentatore della tv inglese ed ex pilota Martin Brundle. Secondo cui l’asturiano avendo per l’ennesima volta dovuto colmare i deficit della McLaren con le proprie doti di guida sarebbe ormai sull’orlo di una crisi di nervi.

“Fernando ha attaccato in tutte le zone di frenata e nei vari punti di corda con il suo abituale brio malgrado un motore davvero poco potente. Ha spremuto al massimo la sua MCL32. E ormai la  sua pazienza è in continuo calando”. Ha dichiarato a Sky Sport Uk il britannico.

Poi analizzando la gara di Ferrari e Mercedes ha affermato: “Vettel mi è apparso più a suo agio. Non ha vinto solo per la strategia. E’ stato il più veloce. Inoltre il muretto della Scuderia si è rivelato capace di individuare il momento migliore per la sosta in termini di traffico”.

Infine sullo show regalato dal round d’apertura di stagione il 57enne ha giustamente segnalato: “L’obiettivo del nuovo regolamento era aumentare il passo delle auto di 3″/5″ al giro. Non incrementare i sorpassi. Ed infatti la corsa si è decisa ai box. Un aspetto che dovrebbe essere però modificato”.

In seguito, sul tema Woking, è tornato a bomba il secondo del podio di Melbourne. Lewis Hamilton. Solidale con il collega Nando.

“Sarebbe bello rivederlo lottare con noi  per i primi posti. Ci manca. Ma a quanto pare sarà difficile nel prossimo futuro”. Il parere del tre volte iridato riportato da AS.

Un’affermazione immediatamente rimandata al responsabile del muretto Eric Boullier che tramite il belga La Dernière Heure ha ironizzato sulla possibilità prima o poi di poter contare su un propulsore competitivo e affidabile. “Non so quando accadrà. Di certo dovrà inventarlo la Honda!”.