Yamaha, Forcada: “Vinales è un killer”

Maverick Vinales
Maverick Vinales(©Getty Images)

Ramon Forcada fino allo scorso anno ha affiancato Jorge Lorenzo come capo equipaggio. Il suo curriculum vanta tre titoli mondiale in classe regina per un totale di 97 podi (44 vittorie). Al momento dell’addio del maiorchino ha deciso di non seguirlo in Ducati, preferendo restare alla Yamaha per seguire Maverick Vinales. E la scelta sembra ancora una volta quella giusta.

L’ex pilota Suzuki ha impressionato sin dai primi test invernali, adattandosi magicamente alla nuova YZR-M1 e prenotando un biglietto per il titolo iridato. Riuscirsi sin dalla prima stagione in Yamaha sarebbe un inizio promettente, che lascia presagire un futuro aureo. Ancora una volta Ramon Forcada ha dimostrato di avere fiuto da vendere. Pole e vittoria alla prima gara, ma guai a pensare che la strada sarà tutta in discesa.

La moto si è dimostrata altamente competitiva anche su un circuito favorevole alla Ducati, è il primo buon segnale. Si aggiunga che sin dai test di Valencia dell’anno scorso Maverick Vinales sembra in perfetta empatia con l’ambiente Yamaha, è il secondo indizio. Un indizio è un indizio, due indizi sono una coincidenza, ma tre indizi fanno una prova. Un’eventuale vittoria in Argentina sarebbe il segnale decisivo. “Maverick è un vincitore, un killer, questo è quello che ci vuole. Per ora, una gara difficile ed una gestione perfetta”.

La pioggia ha reso più complicato il week-end in Qatar, ma nella malasorte ha conquistato la pole saltando le qualifiche. “Sapevamo che Maverick aveva qualcosa in più di Dovizioso in curva. Sui rettilinei la Ducati è più veloce, ma è stato capace di gestire al meglio”, ha aggiunto Ramon Forcada. Lavoro impeccabile in pista e ai box. La scalata del fenomeno di Figueres sembra aver preso inizio. Chi potrà fermare Maverick Vinales?