Pedaggio non pagato, se è volontario sono guai

Pedaggio (©Getty Images)

Può capitare di ritrovarsi già incolonnati al casello autostradale e accorgersi di non avere soldi cotanti e nemmeno carte di credito in tasca a quel punto l’unica cosa da fare e proseguire per la propria strada per poi saldare il conto in seguito. In questo caso c’è comunque una violazione del codice stradale e si rischia in una multa.  Molto più grave, invece, diventa il tutto se si comincia a percorrere l’autostrada con la consapevolezza di non avere soldi per pagarla.

Grazie alla sentenza della Cassazione n. 14711/17 del 24 marzo, infatti, è stato dichiarato che percorrere un tratto autostradale con la consapevolezza di non poter pagare il pedaggio è un illecito penale per insolvenza fraudolenta. Non valgono scusanti, non è esente dal pagamento l’utente che ha ricevuto il furto del portafogli (a meno che non sia stato preventivamente denunciato il fatto), così come non risulta una valida scusante l’aver investito i propri soldi nel pagamento di carburante o altro per strada.

Onde evitare il procedimento penale, bisognerà saldare l’intero debito completo di spese accessorie. In ogni caso, prima della condanna bisognerà fornire le prove del caso al giudice. Insomma a quanto pare non bisogna scherzare con i caselli autostradali e conviene essere sempre muniti del giusto denaro per pagare tutti i pedaggi del caso.

Antonio Russo