Max Biaggi: “Vinales nuovo protagonista. Rossi campione navigato”

Max Biaggi
Max Biaggi (foto Twitter)

Nel weekend del Gran Premio del Qatar a Losail c’era anche Max Biaggi presente. L’ex pilota è testimonial della Mahindra, che corre nella classe Moto3. Ma ovviamente il romano si è goduto anche la gara di MotoGP, ospite nel box Aprilia con cui è in ottimi rapporti dopo le tante vittorie insieme.

Com’è risaputo, il Corsaro è grande amico di Jorge Lorenzo. Da tempo sono noti i loro buoni rapporti e probabilmente un in bocca al lupo speciale allo spagnolo ci sarà stato da parte di Biaggi. Ma alla prima corsa in Ducati, il cinque volte campione del mondo ha fatto flop. Solo 11° e mai protagonista. Sono stati Maverick Vinales, Andrea Dovizioso e Valentino Rossi gli attori principali del GP. Il 22enne di Figueres ha vinto all’esordio in Yamaha, il ducatista ha fatto una gara straordinaria sfiorando il successo e il Dottore è risorto dopo test, prove libere e warm-up disastrosi. Marc Marquez, quarto, ha fatto una gara sottotono rispetto al solito causa gomma anteriore sbagliata. Peccato per Andrea Iannone e Johann Zarco, caduti mentre erano nelle prime posizioni.

MotoGP: Max Biaggi e il Qatar GP

Max Biaggi tramite il proprio profilo ufficiale Twitter ha pubblicato le proprie considerazioni in merito alla gara di MotoGP sul circuito di Losail. Queste le sue prime parole: “Lascio il Qatar con l’idea che la MotoGP ha trovato un nuovo protagonista, con le capacità e il talento di un campione: Vinales. Un visto un rinvigorito Andrea Dovizioso, consistente e molto veloce con qualunque condizione sulla Ducati. Rossi rappresenta la certezza di un campione navigato, che viene fuori nei momenti difficili, rimontando dalla decima casella”.

Il due volte campione del mondo Superbike ha speso dunque molto elogi per i tre piloti finiti a podio. Molto positive le considerazioni fatte. Oneste quelle effettuate nei confronti del suo storico rivale Valentino Rossi, con cui in passato non sono mancati grossi screzi. Ma Biaggi è stato obiettivo e sincero nel dire cosa pensasse del numero 46 della Yamaha, indiscusso protagonista in Qatar.

Successivamente Max ha scritto in merito alle performance di Marc Marquez, Andrea Iannone e Jorge Lorenzo che per un motivo o per l’altro non si sono espressi al massimo del loro potenziale: “Marquez ha purtroppo fatto una scelta errata di pneumatici, ma comunque avrebbe fatto fatica a lottare per la vittoria. In lui si notano la calma e la consapevolezza del fatto che i problemi si risolveranno presto. Dispiace per Iannone che ha terminato anzitempo la sua gara nella ghiaia (troppo spesso) dopo aver fatto vedere ottime cose. Gara opaca di Lorenzo, in ritardo nell’affiatamento con la Ducati”.

Il campione del mondo in carica MotoGP ha corso con una gomma media che lo ha fatto rendere meno rispetto alla dura inizialmente scelta. La decisione è avvenuta dopo la pioggia caduta su Losail e su suggerimento della Michelin. Iannone è scivolato ingenuamente, come accaduto altre volte in passato. Invece Lorenzo ha faticato tantissimo sulla Desmosedici, dopo essere finito nelle retrovie a inizio corsa a causa di un largo.