Bloodhound SSC, il tentativo di record è rimandato

Bloodhound SSC
Bloodhound SSC (image by Autocar.co.uk)

Il tentativo di record del razzo Bloodhound SSC è stato ufficialmente rimandato. Programmato inizialmente per settembre, la prova di velocità della casa di Bristol è stato posticipato alla seconda metà del 2018. L’obiettivo della casa è quello di riuscire a raggiungere la velocità di 1000 miglia orarie. Il direttore del progetto, Richard Noble ha fatto il punto della situazione: “Tutti vogliono vedere la macchina correre, lo vogliamo anche noi – si legge su Autocar.co.uk – e per noi è frustrante dover rinviare il tutto ma bisogna anche fare i conti con lo sviluppo del progetto”.

Bloodhound SSC, nel 2018 il tentativo di record

Nel frattempo si sa che altri due sponsor faranno parte del tentativo di record anche se non sono stati nominati dalla casa. La macchina, o razzo, è arrivata ormai allo stage finale della preparazione. Nella fase di pittura dello sviluppo del mezzo è stata applicata una copertura che è in grado di sopravvivere alle velocità supersoniche, fondamentale per il tentativo di raggiungere le 1000 miglia orarie. La casa che ha sponsorizzato l’evento è la Geely, facente parte del gruppo Volvo, che ha finanziato gran parte del progetto anche se non è conosciuta la somma precisa che è stata versata.

Noble ha proseguito parlando della partnership con la Geely: “Siamo molto contenti di lavorare con loro perché condivide le nostre stesse passioni e le innovazioni”. I primi test per avvicinarsi alla fatidica velocità saranno effettuati nell’aeroporto di Newquay. Il tentativo di record di raggiungere le 1000 miglia orarie verrà provato in Sudafrica con l’azienda che ha deciso di tentare prima di raggiungere le 800 miglia orarie per poi procedere con la messa a punto per arrivare a raggiungere quello che sarebbe il record assoluto delle 1000.

Bloodhound SSC
Bloodhound SSC (image by Autocar.co.uk)
Bloodhound SSC
Bloodhound SSC (image by Autocar.co.uk)