Carlo Pernat
Carlo Pernat (foto Facebook)

Andrea Iannone aveva sorpreso tutti con il secondo piazzamento ottenuto nella FP3 del Qatar GP. Una posizione che, considerando l’annullamento di FP4 e Qualifiche, lo aveva fatto partire della seconda casella della griglia in gara domenica.

Per il pilota, alla prima corsa in Suzuki, partenza a fionda. Inizialmente in testa, è stato poi superato da Johann Zarco e Marc Marquez. Ma poi è comunque rimasto a lottare per poter andare sul podio, anche quando è arrivato l’ex compagno Andrea Dovizioso. Purtroppo, poi, un errore lo ha fatto scivolare e ritirare. Un vero peccato, perché aveva la chance per ottenere un ottimo risultato. Per lui era una prova di maturità, non superata. C’è comunque tempo per rifarsi, ovviamente mettendoci più concentrazione e attenzione.

Carlo Pernat ‘arrabbiato’ con Andrea Iannone

Carlo Pernat, manager di Andrea Iannone, è intervenuto oggi nella trasmissione Tutti Convocati su Radio24. Non ha nascosto un po’ di sana arrabbiatura nei confronti del suo assistito per la caduta di Losail: “Spero che non succeda più. Con le potenzialità di questo disgraziato, in senso buono, è un peccato buttare via. Da 0 a 10 sono incazzato 10 e lode. Lui ha la mania di correre attaccato ai piloti che lo precedono e ieri Marquez, che ha guidato malissimo, ha fatto un errorino. Marc ha avuto un’esitazione in una curva, ha toccato il freno e Iannone lo ha toccato scivolando via. Lui ha questa mania di stare attaccato, aggredire e poi può succedere il patatrac”.

Il noto manager genovese ha ribadito di avere grande fiducia nel pilota di Vasto, che considera uno di quelli maggiormente in grado di dare emozioni in MotoGP: “Iannone c’è, se non fa stupidaggini ha palate di talento da vendere, forse più degli altri. Io ci credo ancora, ho fatto una scommessa e la continuo a fare. Oggi emozionano solo Iannone, Valentino e ci metto pure Crutchlow. Vinales è fortissimo, però non emoziona. Anche Dovizioso, a cui bisogna stare attenti perché ha gli occhi che non ha mai avuto prima. E’ maturato, la battaglia con Iannone gli ha fatto bene, è padrone della moto e lui è numero 1 in Ducati perché quest’anno Lorenzo zero”.

Successivamente Pernat ha concluso rivelando di cosa ha parlato con Valentino Rossi nel post-gara: “Innanzitutto mi ha detto di dire a chi dice che sono vecchietto che non capiscono niente. Poi abbiamo parlato di due spagnoli, dicendo che uno è un po’ idiota e l’altro un figlio di buona donna”.