Max Verstappen: “Una sorpresa essere arrivato vicino alla Ferrari”

Max Verstappen, Red Bull (©Getty Images)

E’ partito quinto e ha chiuso nella medesima posizione. Ciò nonostante Max Verstappen è apparso piuttosto soddisfatto al traguardo del GP d’Australia. Primo round della stagione 2017. Non tanto per il risultato in sé stesso, quanto per il gap più ridotto del previsto della Ferrari.

“Sono ancora sorpreso di quanto ho concluso vicino a Raikkonen”. Ha commentato l’olandese giunto a 4″434 da Kimi. “Il passo è stato discreto e la macchina si è comportata meglio rispetto alle qualifiche. Anche se non so dire di quanto, il feeling si è rivelato comunque più positivo”.

“In particolare mi ha fatto piacere ravvisare come sulla distanza di gara non siamo poi tanto lontani dalla Rossa e dalla Mercedes”. Ha proseguito nella riflessione. “Alla vigilia eravamo abbastanza preoccupati ed invece ho concluso a ridosso”.

Quindi sulle difficoltà di sorpasso segnalate da diversi piloti Max Verstappen ha detto: “In effetti è dura stare in scia. A mio avviso non appena si entra nella fascia dei due secondi si avverte del fastidio e si cominciano a rovinare le gomme. Diversamente dal punto di vista fisico mi sento bene. Certo è faticoso gestire la monoposto. Ma l’anno scorso ero arrivato più stanco”.

Se il 19enne può rallegrarsi di un posto in top 5, Daniel Ricciardo ha molto da recriminare. Già ko nelle qualifiche, l’australiano si è dapprima dovuto confrontare con un rilevante problema al cambio nel giro di schieramento, che l’ha costretto a partire con due giri di ritardo. E in seguito con un guasto al motore che ne ha decretato il definitivo ritiro.

“Non era il weekend che mi attendevo. E’ davvero frustrante che sia successo tutto questo davanti al mio pubblico”. Il rammarico del driver di Perth. “Mi dispiace molto per i tifosi, perché anche quando mi sono dovuto fermare ancora urlavano il mio nome. Ad ogni modo il gran premio del mio compagno mi incoraggia. Significa che abbiamo del potenziale e che dobbiamo solo completare il puzzle. Spero in una gara migliore in Cina”.

Chiara Rainis