F1 Melbourne, Alonso: “Che tristezza, sono 13esimo”

Fernando Alonso
Fernando Alonso (©Getty Images)

Comincia male la stagione 2017 di Formula 1 del team McLaren. Fernando Alonso 13°, Stoffel Vandoorne 18°, delusione da parte del campione spagnolo e del rookie. Difficile nascondere un certo imbarazzo da parte della scuderia di Woking, costretta a lottare nelle parti bassi di classifica e affrontare tanti problemi tecnici sulla monoposto.

“Sono un secondo dal mio compagno di squadra, ma la tristezza è che sono tredicesimo”, ha lamentato il pilota spagnolo. Alonso ha segnato il suo miglior tempo in 1’25″425 con gomme supersoft, ma si è fermato a più di tre secondi dalla pole di Hamilton. Anche se non v’è “nulla da festeggiare” sembra soddisfatto della giornata e guarda il lato positivo. “Eravamo senza una chiara idea di dove eravamo in termini di competitività e di affidabilità, ma abbiamo guidato l’ intero fine settimana senza troppi problemi”.

Impossibile mascherare la rassegnazione allo stato di cose, il motore Honda è nettamente in ritardo rispetto agli avversari. Sarà un’altra stagione in salita, dove conquistare un podio sarà un miracolo. “Dopo Barcellona non avevamo fatto un sacco di giri e non avevamo molta conoscenza della vettura, ora abbiamo una messa a punto esso e abbiamo sfruttato tutto il potenziale. In questo senso sono felice”.

Non si pone obiettivi nè aspettative in vista della gara di domani. Fernando Alonso sembra stanco di racimolare briciole in pista. “Fare un punto, due, cinque, o essere fuori dalla zona punti non cambierà molto. Io voglio essere sul podio, voglio vincere le gare e non siamo in quella posizione . Pertanto, faremo tutto il possibile domani, tenteremo una buona partenza, una buona strategia per difendere con le unghie e i denti ogni posizione – ha concluso l’ex ferrarista -. Ma abbiamo bisogno di un piccolo aiuto da parte dei nostri avversari. Non siamo abbastanza competitivi”.