Fernando Alonso: “Mi aspetto un weekend difficile per la McLaren”

Fernando Alonso, McLaren (©Getty Images)

Chi pensava che il refrain sulle difficoltà McLaren fosse soltanto un ricordo, ha dovuto ricredersi. Alla vigilia dell’avvio del campionato 2017 e del GP d’Australia Fernando Alonso è tornato a far risuonare quello che ormai è un ritornello noto. Una beffa. Una barzelletta.

“L’inizio di una nuova stagione regala sempre un mix di sensazioni. Euforia per il ritorno alle gare. Ma in questo caso, anche paura per l’ignoto. Ossia affacciarsi ad una F1 rinnovata nel regolamento”. Ha rivelato il Samurai. “Per ora non sappiamo quali siano i valori in campo visto che i test hanno privilegiato gli esperimenti piuttosto che  la ricerca del riscontro cronometrico. Quindi sarà interessante vedere quanto ci metteranno le varie squadre a mostrare il proprio potenziale nel corso del fine settimana”.

“Per quanto mi riguarda sono estremamente motivato. E sono davvero ansioso di scoprire che tipo di gare regalerà questo rimescolamento di carte. Di certo. Come già abbiamo potuto constatare. L’impegno fisico sarà maggiore. Dato che le auto sono più complicate da guida. Parlando da pilota posso dire che era questo l’obiettivo a cui si ambiva con le modifiche apportate. Quindi la speranza è che tutto ciò possa tradursi in battaglie e spettacolo”. Ha proseguito nella riflessione il due volte iridato.

Quindi facendo il punto della situazione. Non particolarmente eccitante per il team di Woking, a fronte dei numerosi problemi riscontrati nell’inverno del Montmelo. Fernando Alonso si è così sbilanciato: “Dopo due settimane complesse. Ci aspettiamo un weekend altrettanto duro a Melbourne. Noi ovviamente daremo il massimo. Tutti stanno lavorando sodo e nel gruppo si respira un forte spirito di collaborazione. Purtroppo però, la mancanza di tempo ci costringerà a concentrarci solo su alcune opzioni. In sintesi. Il primo step sarà risolvere le noie a livello di affidabilità. Solo allora potremo pensare alla performance e fare una valutazione. Intanto l’augurio è di divertirsi”.