Sebastian Vettel: “Ho fiducia nella Ferrari”

Sebastian Vettel (©Getty Images)

Malgrado un terzo posto costruttori, per qualunque altro team da non buttare. Il campionato 2016 non ha lasciato un buon ricordo in casa Ferrari.

Chiamata ad un ritorno al vertice dopo diverse stagioni al di sotto delle attese. La Rossa si è data un gran da fare e già nei test invernali a cavallo tra fine febbraio e inizio marzo ha dimostrato di aver migliorato.

Di tutto ciò si è detto consapevole Sebastian Vettel, che ha palesato una buona dose di fiducia nella squadra e nel futuro.

“Se non fossi positivo. E non credessi nella scuderia non partirei neppure. Lo spirito del gruppo è ottimo e si respira una grande sinergia. Nel calcio si direbbe che tutti corrono per tutti”. L’analisi del tedesco su Sport Bild.

“Anche se in F1 contano solo i risultati, è bene ricordare che quando sono arrivato nel 2014 il Cavallino era molto più distante dal vertice rispetto ad ora”. Ha voluto precisare il pilota di Heppenheim.

Quindi sulle potenzialità della SF70-H, che in Catalogna ha spaventato la griglia con temponi da urlo il quattro volte iridato ha dichiarato: “Le prove di Barcellona ci hanno fornito soltanto un’idea di base della nostra posizione. Nella prima gara potremo davvero capire chi ha lavorato bene. Ma dovremo aspettarne tre/quattro prima di avere un quadro chiaro delle forze in campo”.

Infine interrogato sui messaggi radio. Con il nuovo regolamento consentiti senza vincoli. Sebastian Vettel, alias il re dell'”honestly” strillato dall’abitacolo in caso di episodi a lui poco graditi, ha spiegato: “In corsa si è sempre sotto adrenalina. E a volte capita dire cose che a freddo non si direbbero. In macchina si vive il momento. E i nervi possono saltare. A mio avviso non c’è nulla di male. Ritengo invece che per i tifosi sia bello sapere subito cosa sta provando il pilota”.