F1 Australia: programma-orari TV Prove Libere, Qualifiche e Gara

GP Australia 2016 (©Getty Images)

Tutto è pronto per l’inizio del mondiale 2017 di F1. Primo gran premio stagionale sarà, come ormai prassi, l’Australia.

Numerose le novità che attendono i tifosi: a partire dalle monoposto. Più larghe e dal look aggressivo, specialmente per la presenza dell’ala a freccia e della cosiddetta pinna che tanto sta facendo parlare il paddock. Più veloci in curva a causa del maggior carico aerodinamico.  Già durante i test del Montmelo si sono dimostrate circa 4″ più rapide nel tempo sul giro. Alla luce di queste caratteristiche e della riduzione dello spazio di frenata, in corsa potremmo assistere ad uno spettacolo meno avvincente. Visto che in teoria i sorpassi saranno più difficili.

Sul fronte gomme: anch’esse sono più ampie di 6 cm all’anteriore (305/670 mm)  e 8 cm al  posteriore (405/670mm).  Pure qui potrebbe verificarsi la diminuzione delle soste. Secondo i primi dati Pirelli la maggior parte delle gare dovrebbe regalare un solo pit stop.

Per quanto riguarda i protagonisti: la Mercedes sarà la favorita assoluta con la line up Lewis Hamilton e il neo acquisto Valtteri Bottas. Subentrato a Nico Rosberg dopo la decisione del ritiro. Grossa attesa per la Ferrari, durante l’inverno apparsa competitiva come non succedeva da tempo. Mentre la Red Bull resta un’incognita. Non essendosi finora mostrata davvero. Dietro a questi tre nomi grande lotta. Interessante sarà vedere cosa riuscirà a fare la Williams, in pista con il pensionato per un giorno Felipe Massa e con il debuttante dalla valigia piena di dollari Lance Stroll. Ma pure la Force India. Tinta di rosa per volere dello sponsor BWT. E con una formazione stuzzicante come il duo Sergio Perez ed Esteban Ocon. Giovane e molto ben considerato. E la  Toro Rosso, tornata al propulsore Renault e con un’estetica che ricorda molto le Frecce d’Argento.

Alle spalle di questi nomi dovrebbero viaggiare la Haas di Romain Grosjean e Kevin Magnussen. E la Renault di Jolyon Palmer e di Nico Hulkenberg. Arrivato un po’ come il salvatore della patria considerato il suo piede pesante e una buona esperienza. Infine in lotta per le ultime posizioni dovrebbero esserci la Sauber con Marcus Ericsson e Pascal Wehrlein. La vettura di Hinwil sarà spinta da power unit Ferrari del 2016. E la McLaren di  Fernando Alonso e del rookie Stoffel Vandoorne, ancora in alto  mare e rallentata dai soliti problemi di affidabilità sull’unità Honda.

Per quanti volessero seguire il weekend di Melbourne (circuito lungo 5, 303 km) questi gli orari:

Venerdì 24/3

Prove Libere 1 2:00 – 3:30

Prove Libere 2 6:00 – 7:30

Sabato 25/3

Prove Libere 3 4:00 – 5:00

Qualifiche 7:00 – 8:00

Domenica 26/3

Gara (58 giri): 8:0

Chiara Rainis