McLaren verso un accordo con Mercedes?

McLaren Honda (©McLaren Twitter)

Tutto è partito da una breve battuta del responsabile del muretto McLaren Eric Boullier fatta allo spagnolo AS la scorsa settimana. “Con il motore Mercedes avremmo la possibilità di tornare a vincere”. La frase incriminata. Ed è subito scoppiato il caso. O ancor di più il tam tam per verificare se ci fosse qualcosa in pentola.

E in effetti qualcosa che bolle c’è. Secondo alcune fonti di cui non è stato diffuso il carattere ci sarebbe stata una trattativa per il ritorno al recente passato in caso di reiterata scarsa competitività della power unit Honda. Quella ha fatto sprofondare nuovamente nello sconforto la scuderia di Woking durante i test invernali a Barcellona.

“Assieme al nostro motorista stiamo considerando delle opzioni, ma per il momento preferiamo non commentare le speculazioni”. Ha rivelato un portavoce ad Autosport.

E’ evidente che un nuovo fallimento in termini di risultato nella classifica costruttori sarebbe un duro colpo anche dal punto di vista economico per la storica squadra inglese. In particolare il problema ruoterebbe tutto intorno agli sponsor. Al di là del fuggi fuggi generale dei marchi presenti sulle fiancate. Scappati verso la concorrenza più rampante. La McLaren sembrerebbe non essere più in grado di attrarre partner importanti.

Tanto che recentemente il neo boss Zak Brown aveva ipotizzato un’uscita dal Circus in caso di mancato accordo con un patrocinatore di rilievo entro il 2018.

A rafforzare la tesi del passaggio al propulsore tedesco ci sarebbe comunque il nullaosta del dirigente di Stoccarda Toto Wolff.

Secondo regolamento, ad ogni costruttore è consentito fornire la propria unità a un massimo quattro team. Non essendoci più la Manor la Mercedes ne avrebbe dunque piena possibilità (ad oggi equipaggia sé stessa, Force India e Williams). E a quanto pare a precisa domanda britannica sul breve termine ci sarebbe stata una risposta affermativa.

Chiara Rainis