Svelato il motivo dell’assenza dello sticker dedicato a Schumacher sulla Mercedes

#KeepFightingMichael, Mercedes (©Getty Images)

Sin dal grave incidente sulle nevi di Meribel dell’ormai lontano 29 dicembre 2013 la Mercedes aveva deciso di sostenere ogni iniziativa dedicata a Michael Schumacher. Pilota simbolo del brand di Stoccarda malgrado un’epoca d’oro passata a Maranello. E trascinatore del suo ritorno alla F1 nel 2010.

Ormai abituati a vedere sulle Frecce d’Argento l’hashtag #KeepFightingMichael. Lanciato sul web pochi giorni dopo il tragico evento che ha visto finire in coma il grande campione della Ferrari. In occasione della presentazione della nuova W08, tifosi e addetti ai lavori sono rimasti colpiti dall’assenza dello sticker. Ed subito è scoppiato il caso.

A circa un mese di distanza dallo shakedown sul tracciato di Silverstone. La scuderia di Stoccarda ha voluto svelare il perché dell’eliminazione dell’adesivo. Riportandolo alla decisione della famiglia del driver di Kerpen di creare un’associazione denominata proprio Keep Fighting Michael. Dedicata a tutte le persone alle prese con una fase complicata della propria vita. Una sorta di sprone sotto l’insegna del Kaiser a non mollare malgrado le difficoltà.

“Il richiamo a Michael è stato rimosso soltanto per dare piena libertà ai suoi cari di utilizzare il messaggio per il futuro. Adesso quel Keep Fighting (continua a lottare) è diventata un’iniziativa per incoraggiare quanti stanno vivendo un momento critico. Un incentivo ad adottare lo stesso leggendario spirito combattivo di Schumi”. Ha spiegato un portavoce del team germanico alla Bild. “Ci teniamo comunque a sottolineare che assieme ai famigliari del pilota stiamo dando vita a diverse attività che verranno svelate a tempo debito”.

La prima uscita pubblica dell’organizzazione dedicata a Michael Schumacher si era tenuta lo scorso gennaio a Düsseldorf. A margine del Congresso del Business dello Sport. SPOBIS. La manifestazione era stata presentata dall’atleta paralimpica Vanessa Low.

In quel frangente era stato premiato anche Nico Rosberg. Fresco vincitore del mondiale di F1. Al 31enne era stato consegnato un trofeo speciale firmato proprio Keep-Fighting.