Land Rover Discovery Project Hero, l’auto che vi salverà

Land Rover Discovery Project Hero (Twitter)

Land Rover Discovery Project Hero ha fatto il proprio esordio al Salone di Ginevra e ha fatto strabuzzare gli occhi di tanti. La vettura in questione è stata messa a punto dalla Croce Rossa e dalla Mezzaluna Rossa ed è dotata di un drone, che grazie alla ritenzione magnetica è capace di atterrare anche sull’auto in corsa. A partire da giugno verrà concessa per 12 mesi ai centri di addestramento di Erberg e Vienna.

La Land Rover Discovery Project Hero avrà come prerogativa quella di abbattere i tempi di risposta da parte delle unità preposte in caso di calamità. La vettura ha già effettuato diversi test, ma è pronta a scendere in campo anche nel caso di vere catastrofi. L’auto è capace di trainare sino a 3500 chilogrammi. Il drone, invece, presente in dotazione è un Align M480L da 2,7 chilogrammi e 5,5 di carico utile.

Land Rover Discovery Project Hero, l’auto avrà un drone

Il veicolo volante è capace di librarsi a vuoto per 20 minuti senza aver bisogno di ricarica. Il drone può essere controllato sino ad un chilometro di distanza, può raggiungere la velocità massima di 54 km/h e può scattare foto così da permettere ai soccorritori di pianificare meglio i propri interventi.

Per quanto concerne, invece, la Land Rover Discovery Project Hero è dotata di un motore TD6 da 3.0 litri. L’auto ha un pianale scorrevole Heavy-duty, tale parte può essere utilizzata anche come superficie di lavoro aggiuntiva o come protezione per il carico sottostante. La macchina è stata sviluppata dalla SVO di Rover.  Naturalmente non ci è dato sapere il costo di questa splendida macchina, anche se siamo sicuri sarà a dir poco proibitivo.

Antonio Russo