Helmut Marko: “La Ferrari del 2017 fa paura”

Helmut Marko (©Getty Images)

Secondo Helmut Marko  sulla scia della Mercedes anche la Ferrari avrebbe nascosto le proprie carte in occasione dei test invernali del Montmelo celando così il suo vero potenziale. Un atteggiamento che per il talent scout austriaco dovrebbe far tremare la Red Bull sin dal primo round iridato di Melbourne.

“La SF70-H mi sembra molto veloce ed affabile. Ed questa è la grande novità rispetto al 2016″. Ha affermato all’emittente Servus Tv.

“Quello che mi preoccupa, in un certo senso, è che conosco bene Sebastian Vettel e so per certo che ogni qualvolta ha segnato il miglior crono ha alzato il piede in rettilineo. Penso lo abbiano notato tutti”. L’allarme dell’ex pilota.

“Quando si fa qualcosa del genere volontariamente significa avere la consapevolezza di possedere un buon margine. Di poter andare più veloce”. Ha proseguito facendo poi un’oculata analisi. “E’ vero che nessuno finora si è svelato al 100%. Detto ciò avere 10 kg di carburante in più rispetto alla concorrenza comporta una differenza di 0,35 secondi sul riscontro cronometrico. D’altro canto non si conoscono neppure le mappature del motore adottate. Nel complesso si potrebbe quindi avere un guadagno nell’ordine del secondo”.

“Insomma, restano diversi aspetti da scoprire. Ma se la prima gara della stagione si svolgerà con le medesime condizioni climatiche incontrate a Barcellona, allora la Ferrari sarà davanti. Ne sono convinto”. La sentenza del 73enne.

E sempre in tema di rivali Helmut Marko è poi passato all’argomento Stoccarda e alla sua nuova line-up.

“Le prove catalane hanno dimostrato che Bottas non è in grado di fare i tempi di Hamilton”. La sua riflessione.  “Per cui credo che anche se le Frecce d’Argento continueranno a dominare, non partiranno più tanto spesso entrambe dalla prima fila conquistando in corsa delle doppiette. E qualcun altro si infilerà tra le due”.

Dello stesso pensiero il boss del team energetico Christian Horner. “Valtteri non è come Rosberg. Avendo firmato per un solo anno e chiaro che Lewis sarà il numero 1 in squadra”.

Chiara Rainis