Giocatore di pallavolo cacciato dall’aereo: troppo alto per volare (VIDEO)

photo da video

Questo è il bizzarro momento in cui degli agenti di polizia russi trascinano un giocatore di pallavolo di 2,15 metri fuori dal velivolo. Il suo “reato” era di essere troppo alto e di ostacolare il corridoio con le gambe.

Come racconta il Daily Mail l’equipaggio della compagnia russa Pobeda Airlines ha allertato la polizia per l'”ingombro” e tre agenti in divisa sono intervenuti per far scendere il 20enne Alexander Kimerov. L’aereo di linea era fermo a Novy Urengoy, in Siberia, ed era diretto a Mosca. Il pallavolista ha cercato di scambiare con un altro posto, ma l’idea è stata rifiutato da un assistente di volo, nonostante avesse compiuto il viaggio d’andata con il giovane sportivo a bordo.

A pubblicare il video di quanto accaduto a bordo è il giocatore moscovita, perplesso per il modo in cui è stato trattato in pubblico. “Cosa succede in questo mondo? Un uomo viene fatto scendere dall’aereo per colpa della sua altezza – ha commentato -. Sono stupito dalla incompetenza degli agenti di polizia che hanno preso parte all’incidente”.

Il giocatore cerca di ragionare con la polizia e far capire di avere il diritto di viaggiare. Ma a nulla è servito ogni reclamo. La compagnia aerea non ha rilasciato nessun commento, ma in Russia il video ha dato non poco scalpore. Di seguito le immagini pubblicate sul canale YouTube Siberian Times.