Niki Lauda: “Sarà una stagione difficile per la Mercedes”

Niki Lauda (©Getty Images)

Per Niki Lauda il 2017 della Mercedes non sarà una passeggiata. Da sempre bravo ad “occultare le carte” il boss non esecutivo di Stoccarda ci ha riprovato. Cercando di smentire le insinuazioni di Sebastian Vettel e di buona parte del paddock secondo cui nelle due settimane di test invernali al Montmelo il vero  W08 power sarebbe stato tutt’altro che svelato. Avendo più puntato ad accumulare chilometri piuttosto che a segnare riscontri cronometrici da record.

“Sono in molti a sostenere che sulla base di quanto accaduto nel recente passato, saremo noi a vincere di nuovo”. Le parole dell’austriaco a RTL. ” Ma a mio avviso chi lo dice è ingenuo. Secondo me ci attenderà una stagione difficile. Al momento nessuno può affermare con certezza chi sarà davanti  a Melbourne. Di sicuro il gruppo è molto più vicino nelle prestazioni”.

Sulla stessa linea si era espresso al termine delle prove anche Lewis Hamilton. “Solo il tempo ci rivelerà se disponiamo di un potenziale maggiore”. Aveva dichiarato ai media presenti a Barcellona. “Finora abbiamo tentato di capire al meglio l’auto e di tirare fuori il massimo. Considerato che non abbiamo mai avuto una giornata perfetta, è probabile che ci saranno progressi”.

Accantonato il tema sportivo Niki Lauda si è poi lasciato andare sul lato umano commentando la visita inaspettata di Nico Rosberg in occasione della prima tranche catalana del pre-stagione.

“Mi ha molto sorpreso. Nei suoi panni, volendo davvero smettere, sarei stato lontano dai circuiti con moglie e figli più a lungo. Ad ogni modo non credo che lo rivedremo correre. Mi pare che stia  piuttosto bene a casa”.

E proprio sul ritiro del tedesco pochi giorni dopo la conquista del primo titolo iridato ad Abu Dhabi il campione di Vienna ha concluso. “Alla mia epoca quasi ogni anno qualcuno moriva, per cui il mio approccio allo sport è sempre stato diverso rispetto a quello dei piloti attuali. Allora quando si vinceva un mondiale si faceva di tutto per confermarlo il campionato successivo. Ecco perché la decisione di Nico mi ha colpito. Comunque sia da uomo la capisco”.

Chiara Rainis