Andrea Iannone a Gardaland: collauda la montagna russa Shaman

photo da video

Andrea Iannone è sbarcato a Gardaland per testare Shaman, la nuova montagna russa del celebre parco giochi di Castelnuovo del Garda. Il pilota di MotoGP ha indossato i visori per la Realtà Virtuale e si è lanciato nella spettacolare avventura di Shaman attraverso il volo di un’aquila. Un viaggio tra sogno e magia che lo ha proiettato oltre i confini dell’immaginario, nel mondo degli spiriti degli Indiani d’America.

Non poteva esserci scelta migliore che un pioniere dell’avventura e un amante dell’adrenalina come il pilota di Vasto, per inaugurare la nuova attrazione di Gardaland che sarà aperta al pubblico dal prossimo 8 aprile. Iannone si è lanciato in un’inedita esperienza sensoriale a 360°, tra sollecitazioni sonore ed effetti visivi che l’hanno trasportato letteralmente in un’altra dimensione.

Sulle note di una musica sciamanica Andrea Iannone ha affrontato la prima parte del viaggio in un paesaggio similare a quello delle Montagne Rocciose. “Non mi aspettavo assolutamente che una Montagna Russa potesse fare questo effetto, mi sembrava davvero di essere sul dorso di un’aquila. E’ qualcosa di incredibile che non avevo mai provato fino ad oggi”, ha detto il pilota del team Suzuki Ecstar al termine dell’esperienza.

Davanti a sè hanno preso vita gli animali simbolo della cultura indiana, un orso e un’aquila che hanno traghettato il pilota dalla realtà al mondo degli spiriti attraverso un portale surreale rappresentato da un acchiappasogni gigante.Luca Marigo, Sales & Marketing Director di Gardaland ha affermato che “come Iannone i passeggeri di Shaman si troveranno in un crescendo di emozioni e un’esperienza davvero unica”.