MotoGP, Dovizioso: “Vinales veloce in ogni condizione”

Andrea Dovizioso
Andrea Dovizioso (©Getty Images)

La sorpresa dei test invernali si chiama Andrea Dovizioso, sebbene sorpresa non sia. Chiude al secondo posto la sessione notturna in Qatar, a soli 0,071 dalla Yamaha di Maverick Viñales. Il suo nuovo compagno di squadra Jorge Lorenzo è ancora una volta alle sue spalle. Al momento è il forlivese a trainare lo sviluppo della Desmosedici GP e prenota un posto sul podio per la prima gara a Losail.

Non basterà per tenere il passo di Vinales e Marquez, ma il potente motore Ducati comincia a far sentire il fiato sul collo. In attesa che anche Lorenzo riesca a trovare il feeling con la nuova moto. Dopo di che saranno due frecce infuocate lanciate sulla testa del gruppo… “Sono abbastanza contento, ma non soddisfatto. Il nostro passo è abbastanza buono, ma rispetto a Maverick siamo lontani”, ha riassunto il Dovi. “E’ molto veloce e sicuro in tutte le condizioni. Questo influenza il ritmo e il giro veloce. Sono anche sicuro che avrebbe potuto andare più veloce”.

La seconda posizione di Andrea non deve far dormire sonni tranquilli al box di Borgo Panigale, serve continuare a crescere, soprattutto in curva. “Sono soddisfatto del lavoro di questi tre giorni, abbiamo lavorato in condizioni diverse. Ma abbiamo ancora bisogno di migliorare ancora”, ha sottolineato Andrea Dovizioso -. “Il ritmo non è male, siamo in grado di essere ancora più veloci, ma mantenere i tempi per oltre 22 giri non è facile. Questo circuito è anche uno dei più impegnativi per noi piloti”.

Tempi e ritmi dipenderanno anche dal comportamento della gomma posteriore, dal livello di grip e usura. Un anno fa Dovi e Lorenzo hanno lottato per la vittoria a Losail. Quest’anno sarà difficile ripetersi con Marquez e Vinales di certo protagonisti e Rossi sempre in agguato. “Abbiamo comunque svolto una grande mole di lavoro e ottenuto dei riscontri importanti per cui sono fiducioso per la prima gara della stagione”. Lo spettacolo può avere inizio.