Valentino Rossi: “Non siamo pronti per la prima gara”

Valentino Rossi a Losail (©Getty Images)

La terza e ultima giornata di test MotoGP si chiude con Valentino Rossi in difficoltà. Mentre Maverick Vinales conquista ancora una volta la vetta della classifica, la Yamaha M1 #46 non riesce a trovare l’assetto ideale. Il Dottore chiude il day-3 fuori dalla top-10, ma è sesto nella classifica combinata dei tempi, con un gap di 4 decimi dal compagno di box.

Gli spiragli di sole intravisti al sabato sono stati subito offuscati 24 ore dopo. “Purtroppo non ho avuto la stessa sensazione e la stessa velocità di sabato – ha ammesso Valentino Rossi -. Sembra come se le condizioni della pista fossero cambiate un po’. Ecco perché non siamo riusciti a migliorare. Sono stato più lento di ieri e oggi ho dovuto fare uno sforzo maggiore”.

1’54″7 il best lap di ieri, 1’55″185 quello di oggi. Manca qualcosa alla moto del campione di Tavullia. A due settimane dall’inizio del Motomondiale l’equipe del Dottore ha un bel grattacapo per la testa. E inizia a suonare il campanello d’allarme nel box VR46. “Penso che non siamo davvero pronti per la prima gara, non abbiamo ancora capito al 100 per cento come si può spremere il massimo da questa nuova moto – ha aggiunto Valentino Rossi -. Siamo preoccupati perché, a parte un paio di singoli buoni giri, tutti i test invernali sono stati molto fastidiosi per noi”.

Servirà il massimo della competenza, per limitare i danni in vista del primo Gran Premio in Qatar in programma il 26 marzo. “Ora dobbiamo riflettere insieme e capire cosa possiamo fare per andare più forte nella prima gara. Anche se non mi aspetto di essere più veloce in due settimane, ma lo spero. Abbiamo bisogno di essere competitivi”.