Test Qatar, Jorge Lorenzo: “Inizio a godere con Ducati”

Jorge Lorenzo
Jorge Lorenzo (©Getty Images)

Losail si conferma circuito ‘amico’ della Ducati. Jorge Lorenzo risale in classifica e si piazza 5° nella prima giornata di test MotoGP. Un ritardo di 0,8″ dal best lap di Andrea Dovizioso, ma il maiorchino inizia a trovare il giusto feeling con la Desmoedici GP17.

Dopo nove anni in sella alla Yamaha serve tempo a Lorenzo per adattarsi ad una moto più fisica e aggressiva. Ma l’aria del Qaatar fa bene alla Ducati, che può sfruttare il lungo rettilineo di 700 metri dando sfogo alla potenza del motore. “Oggi ho iniziato a godere della Ducati. Ho visto la strada, ma ancora non perfettamente”, ha affermato il pilota spagnolo. “Sia a Sepang che a Phillip Island mi sono avvicinato, ma negli ultimi giorni. Su questa pista mi sono adattato più velocemente”.

Al termine del day-1 Jorge Lorenzo si è messo alle spalle i principali avversari come Rossi, Marquez, Pedrosa e Iannone. “Avevamo già immaginato che questa pista sarebbe un bene per noi, ma abbiamo dovuto riconfermare. E’ una bella sensazione essere in grado di condurre una sessione con la Ducati per la prima volta”. Ma sa che ci sarà ancora molto lavoro da fare. “C’è ancora molta differenza quando si confronta il mio tempo con quello di Dovizioso, questo significa che abbiamo ancora margine per raggiungere il nostro limite”.

Serve innanzitutto cambiare stile di guida e dimenticare le nove stagioni con la YZR-M1. “Devo ancora capire come sfruttare l’elevata stabilità che ha questa moto in frenata. Dovi frena molto tardi e molto forte e va molto veloce in curva. Ma poi l’accelerazione non perde nulla”. Il primo traguardo è migliorare la frenata, guadagnare fiducia in se stesso e adattarsi ad un nuovo stile di vita.

“Perdo tutto in frenata. Non posso approfittare della grande stabilità in frenata che ha questa moto, che è uno dei suoi punti di forza – ha aggiunto Jorge Lorenzo -. Dovi ha molta esperienza ed è stato sempre un grande velocista. Ma la differenza tra noi è troppo grande e spero di ridurla”, ha concluso il pilota spagnolo della Ducati.