MotoGP Test Qatar, Day-1: lavoro diversificato per Rossi e Vinales

photo Twitter

Dalle 14 alle 21 ota italiana il circuito di Losail (Qatar) è a disposizione della MotoGP. E’ l’ultimo test prestagionale, prima dell’inizio del Motomondiale il prossimo 26 marzo. Sarà un Gran Premio in notturna, quindi i team ufficiali attenderanno le prime luci del tramonto per scendere in pista, così da avere condizioni similari a quelle di gara.

Il primo a scendere in pista è stato Pol Espargaro seguito dal compagno di squadra Bradley Smith. Il team KTM ne approfitta per testare la nuova moto e cercare ulteriori aggiornamenti per affrontare in modo adeguato la prima stagione in classe regina. Tant’è che schiera anche il collaudatore Mika Kallio in questi tre giorni di prove ufficiali.

In casa Yamaha è Massimo Meregalli ad illustrare il piano di lavoro ai microfoni di Sky Sport: “Maverick ha le idee più chiare, si concentrerà sul set up della gara. Un aspetto importante è il consumo del carburante, sarà importante calibrare tutte le mappature… Valentino proverà materiale diverso rispetto a Maverick, con un bilanciamento dei pesi diverso per ottenere quel feeling all’anteriore che Valentino ancora non ha. Non riesce a trasferire bene i pesi in frenata – ha aggiunto Maio Meregalli -, i nostri ingegneri hanno cercato di trovare soluzioni diverse. Inizieremo con la carena standard e in questii tre giorni proveremo anche quella nuova”.

Al box Honda sono pronti i nuovi motori a scoppi irregolari sia per le moto ufficiali che per le tre satelliti. Ducati, invece, è alla ricerca di una soluzione aerodinamica dopo l’addio alle alette e potrebbe svelare inedite sorprese. Il primo ducatista a scendere in pista sarà Danilo Petrucci.