Semafori, cambio di logo per parità dei sessi

Semafori photo by The West Australian

La notizia arriva direttamente dall’Australia, ha come oggetto di discussione il logo dei semafori in riferimento ai pedoni. Siamo a Victoria, il più piccolo Stato continentale dell’Australia, con capoluogo Melbourne. Qui, per far fronte alla campagna “Equal Crossings” si è deciso di istallare ben 10 semafori  con logo femminile per i pedoni in diversi incroci.

Come riportato da “The West Australian”, molte persone in Australia ritengono che l’operazione riguardante i semafori sia solo uno spreco di denaro dei contribuenti. L’idea è quella di avere in futuro sempre più semafori con logo femminile così da riuscire a raggiungere la piena parità dei sessi anche in questo bizzarro frangente.

Questo processo durerà un anno e verrà accompagnato da altre iniziative volte a portare maschi e femmine sullo stesso piano. Secondo Martine Letts, capo del Comitato di Melbourne l’idea sarebbe quella di rendere la città più vivibile del mondo (vincitrice del titolo per 6 volte consecutivamente) anche la più uguale del globo.

La donna ha così dichiarato: “Il concetto di città pari è una buona idea. Naturalmente non pensiamo che la parità di sesso sia ostacolata dai segnali stradali. Sappiamo benissimo che questo problema è legato al modo di pensare delle persone. Ci sono tante differenze, a partire da quelle salariali e tante altre questioni legali. Ci vorrebbe un cambiamento di mentalità più che un cambiamento di loghi sui semafori”.

Antonio Russo