Test Jerez Moto2/Moto3: Pasini-Marini-Fenati… il tricolore vola!

Romano Fenati (photo Facebook)

Sul circuito di Jerez hanno preso il via i primi test ufficiali di Moto2 e Moto3. Nella classe intermedia svetta Miguel Oliveira, Red Bull KTM Ajo, davanti a Takaaki Nakagami (Idemitsu Honda Asia). Bene gli italiani, con Mattia Pasini (Italtrans Racing) terzo e Luca Marini (Forward Racing) quarto. Nella classe leggera domina Aron Canet (Estrella Galicia 0,0) precedendo Romano Fenati (Marinelli Rivacold).

 

Il meteo favorevole e le temperature alte hanno consentito di sfruttare in pieno la prima giornata di test. Inizialmente alcuni piloti hanno provato le gomme da bagnato, sfruttando la forte umidità notturna che ha lasciato la pista umida in molti tratti. Buona la prima uscita di Franco Morbidelli del team Estrella Galicia 0,0 che ha lavorato sul set up e sulle sospensioni. Al termine della giornata sigla il quinto miglior crono a 0,752s dal primo.

La line up del team Italtrans, formata da Andrea Locatelli e Mattia Pasini, ha lavorato su un nuovo telaio e un nuovo forcellone. Per Pasini un ottimo inizio con il primo giorno chiuso al terzo posto (1:42.842s). In crescita anche Locatelli, rookie della classe, che si ferma a poco più di un secondo dal miglior crono. Nel team Forward Racing da segnalare l’assenza di Lorenzo Baldassarri a causa di una infiammazione al tendine del braccio sinistro.

“Dopo l’uscita di mercoledì scorso ho iniziato a sentire un fastidio al braccio sinistro; per questo motivo ho deciso di sottopormi ad una risonanza magnetica al mio rientro a casa – ha spiegato il Balda -. Purtroppo il referto del medico ha confermato un’infiammazione al tendine che momentaneamente mi costringe a tenere il braccio a riposo”. Luca Marini ha tenutoalto il nome della scuderia chiudendo in quarta posizione a 0,7″ dal best lap.

Defezione anche per Stefano Manzi (SKY Team VR46) afflitto da un problema al ginocchio. Nel box solo Francesco Bagnaia che ha continuato l’avvicinamento con la nuova categoria. Il novello team Sky si è concentrato sulla preparazione del prototipo lavorando su molti aspetti e raccogliendo dati importanti in vista del Qatar. Il team Speed Up, orchestrato da Simone Corsi e Alex Bassani, ha focalizzato l’attenzione sull’assetto.

Italiani protagonisti in Moto3

Romano Fenati si piazza subito al vertice preceduto solo da Aron Canet. L’ascolano ha focalizzato l’attenzione soprattutto sulla stabilità in frenata, approfittando delle forti staccate del circuito spagnolo. “Oggi abbiamo lavorato benissimo, forse è stata la migliore giornata dall’inizio dell’anno – ha detto Fenati -. Siamo in crescita costante e lavoriamo per migliorarci ogni giorno di più”.

Sesto tempo per Enea Bastianini a 0,8″ dal compagno di squadra Canet. Il romagnolo è stato vittima anche di una caduta senza conseguenze. Niccolò Antonelli si è impegnato a fondo chiudendo il primo giorno a circa 1,3s dal primo con un feeling in crescita.

I piloti dello Sky Team VR46, Andrea Migno e Nicolò Bulega, hanno lavorato sulle novità delle loro KTM. Il numero 8 ha chiuso come ottavo a circa 0,8s dal primo mentre Migno più arretrato a oltre un secondo. Buon esordio anche per Tatsuki Suzuki e Tony Arbolino del team Sic58 Squadra Corse. L’italiano, rookie della classe, ha chiuso il primo giorno a metà classifica con circa 1.3s di ritardo dal più veloce.