Marc Marquez: “Yamaha più veloce. Lorenzo da non sottovalutare”

Marc Marquez
Marc Marquez (©Getty Images)

Marc Marquez ha finora avuto un pre-campionato migliore rispetto a quello 2016. Infatti, un anno fa di questi tempi lui e il team Repsol Honda erano molto preoccupati in vista del Mondiale MotoGP. Poi col tempo le cose si sono sistemate e lo spagnolo ha vinto senza troppa fatica il titolo, complici anche gli errori in casa Yamaha.

Nei test svolti tra Sepang e Phillip Island la sua moto ha mostrato un ottimo livello di competitività e ovviamente pure lui. In questo 2017 sicuramente partirà con maggiori certezze. Però c’è una concorrenza certamente motivata a strappargli la corona iridata. Dunque ci attendiamo una stagione veramente molto combattuta. Il fenomeno di Cervera è caduto lussandosi la spalla  destra nel test privato di Jerez, ma non è servita un’operazione per sistemare il problema. E nell’ultimo test in Qatar il pilota sarà quasi al 100%.

Marc Marquez su Honda e Yamaha

Marc Marquez è molto soddisfatto del lavoro svolto finora dal team Repsol Honda. Ovviamente ci sono alcuni aspetti su cui dover intervenire, soprattutto per quanto concerne l’elettronica e lo sfruttamento del motore. Però la situazione è sicuramente positiva e il cinque volte campione del mondo lo ha sottolineato ai microfoni di Motorsprint: «Ci sono cose ancora da migliorare, ma siamo a buon punto. L’impressione è che la moto sia più avanti rispetto al marzo di dodici mesi fa, dove in tanti tratti perdevamo ed eravamo lontani dai primi. Pian piano stiamo arrivando al posto giusto: non ho mai perso fiducia nella Honda e nei suoi uomini. Del resto, se un pilota non è soddisfatto è sempre libero di cambiare, ma non è il mio caso: io sono contento in HRC, anche quest’anno arriveremo pronti per lottare per tutta la stagione».

Marquez ha rinnovato fino al 2019 con la Honda e c’erano pochi dubbi su questo prolungamento contrattuale. Le parti volevano proseguire insieme e così sarà per altri due anni. Niente Ducati e niente Yamaha per lui, almeno per adesso. E a proposito della M1 di Valentino Rossi e Maverick Vinales ha affermato: «La Yamaha in versione 2017 è molto simile alla moto dello scorso anno, ma probabilmente può contare su un motore più potente. Di solito peccava un po’ in fase di velocità di punta, ma da quanto si è potuto vedere finora, hanno compiuto un bel passo avanti sotto questo aspetto. Ma ci sono tante cose da valutare: ad esempio, Maverick ha uno stile di guida completamente diverso rispetto a quello di Jorge Lorenzo».

Marc Marquez su Jorge Lorenzo e Valentino Rossi

Marc Marquez è stato interpellato anche sulla corsa per il titolo ed ha escluso che Jorge Lorenzo vada considerato fuori da essa: «Non scherziamo! Finché non è escluso aritmeticamente, Jorge va sempre tenuto in considerazione. Per esempio, pensare che possa vincere il GP Qatar è tutt’altro che impossibile, perché a Losail la Ducati è sempre andata forte. E ci sono tante piste buone per la Ducati. Anche se alla fine, per vincere il titolo, serve anche la regolarità». Il maiorchino rappresenta una delle incognite del 2017, perché non si capisce ancora se potrà lottare per il titolo o meno.

Al campione di Cervera è stato anche chiesto delle ultime dichiarazioni di Valentino Rossi, che è tornato ad attaccarlo per i fatti del campionato MotoGP 2015 spendendo parole negative nei suoi riguardi e giudicandolo falso: «L’ho detto tante volte, se lui non vuole dimenticare quegli episodi… Io invece dico che ho messo tutto alle spalle». Lo spagnolo non vuole affrontare l’argomento, mentre il Dottore ogni tanto lo tira nuovamente fuori. La speranza è che in pista tutto si svolga regolarmente, come nel 2016.

 

Matteo Bellan (segui @TeoBellan su Twitter)