Gemballa Avalanche, velocità al servizio dello sfarzo

Gemballa Avalanche (Facebook)

Grandissima novità al Salone di Ginevra, dove arriva la nuova Gemballa Avalanche. Basata sulla Porsche 991 Turbo è l’espressione perfetta di eleganza e opulenza. La vettura è dotata minigonna più ampia sul davanti, che ne ingigantisce il musetto facendo sembrare l’auto maggiormente imponente. Stesso ragionamento anche per le fiancate, dove le prese d’aria sono state allargate e accompagnate verso il basso da ampie minigonne.

Lavoro minuzioso, invece, quello fatto al retroteno dove spicca l’immenso doppio alettone, con quello più ampio di forma esagonale che incorpora uno più piccolo a sua volta collegato alla vettura da una pinna centrale. I gruppi ottici posteriori, invece, hanno sviluppo orizzontale.

La Gemballa Avalanche è partita dal motore da 3.8 litri flat-six turbo di Porsche in grado di sprigionare 540 CV e grazie a numerose modifiche sono riusciti a portarlo a erogare 820 CV e una coppia massima di 950 Nm. Grazie alle novità apportate al propulsore, la vettura riesce a fare da 0 a 100 in 2,9 secondi.

Gemballa Avalanche, un’auto muscolosa

La Gemballa Avalanche è dotata di ruote molto ampie con cerchi da 21 pollici e si presenta con un tono decisamente muscoloso. Gli interni, invece, come sempre curati nei minimi dettagli si presentano in un curioso doppio colore bianco/nero. I sediolini sono in pelle e dal taglio sportivo, quelli posteriori sono particolarmente bassi e scomodi e sono divisi al centro da un grosso porta oggetti/poggia braccio rivestito tutto in pelle.

I sediolini posteriori inoltre possono anche essere reclinati per fare spazio e poter portare oggetti di vario genere nella vettura. Molto bello anche il cruscotto, privo di tanti fronzoli e votato alla semplicità. L’azienda tedesca per ora ha solo rilasciato alcune foto su Facebook e una piccola presentazione della macchina, nei prossimi giorni dovrebbero dare qualche dettaglio in più su tutto, compreso il prezzo di questo bolide, che sarà sicuramente alla portata di tasche molto ampie.

Antonio Russo