Ducati, Paolo Ciabatti: “Abbiamo delle novità, ma niente ali”

Paolo Ciabatti direttore sportivo Ducati (©Getty Images)

Ducati non sembra aver cominciato con il piede giusto la stagione 2017. L’arrivo di un campione come Jorge Lorenzo, infatti, faceva presagire un avvio sprint, ma così non è stato. Proprio lo spagnolo, infatti, sembra non andare ancora pienamente d’accordo la Rossa di Borgo Panigale, che tra le sue mani continua a fare capricci e non sembra neanche lontanamente competitiva con Yamaha e Honda.

Come riportato da “Marca.com”, il direttore sportivo Ducati, Paolo Ciabatti, ha voluto fare il punto sulle novità che sono in arrivo a Borgo Panigale: “Stiamo lavorando su alcune idee per il problema che abbiamo avuto sulla stabilità dell’anteriore in Australia. Questo ha portato ad un’accelerazione su una cosa a cui stavamo già lavorando. Non saranno ali interne. Lo vedrete nei test, abbiamo snellito qualcosa”.

Ducati, Paolo Ciabatti: “Dorna vuole 4 moto per ogni costruttore”

Tanto rumore si è fatto anche per una scatola in carbonio posto al retrotreno e in questo caso il ds Ducati non si scompone: “I piloti sanno cosa c’è dentro, è una cosa particolare, che preferisco non svelare per ora. Abbiamo lavorato su quella cosa per tanto tempo. Noi pensiamo che aiuti a migliorare la moto. Quello che vi posso dire è che non sostituisce le famosi ali”.

Arriva poi anche la digressione sui team clienti: “Uno dei desideri di Dorna è quello che ogni produttore abbia in futuro un team ufficiale e uno clienti, insomma avere 24 moto con 4 per ogni costruttore. Noi abbiamo un ottimo rapporto con Pramac, Avintia e Aspar. Suzuki, Aprilia e KTM non si sono ancora fatti avanti, vedremo poi cosa avranno da offrire. Noi abbiamo un pacchetto tecnico valido, a costi accessibili, ma siamo in un mercato aperto. Vedremo il futuro cosa avrà da offrirci, ma non c’è alcun problema”.

Antonio Russo